Widgets Magazine
07:22 26 Agosto 2019
 Un orso

In Canada i bracconieri cacciano gli orsi neri per i loro genitali

© Sputnik . Vitaly Ankov
Mondo
URL abbreviato
109

Cosa c'è dietro questa pratica? In un'intervista con Sputnik, il Ministero canadese dell'Ambiente ha parlato delle misure adottate per combattere il bracconaggio.

In Canada il bracconaggio esiste da tempo immemorabile. Ma ultimamente ha assunto nuove forme. Dopo la recente operazione internazionale Thunderball per combattere i crimini commessi contro la fauna, si è saputo che il Canada praticava un nuovo tipo di caccia: la caccia agli orsi neri americani per ottenere i loro genitali. Durante questa operazione, effettuata in tutti i continenti sotto l'egida dell'Interpol, furono trovati 23 primati viventi, 440 zanne di elefante, 4.300 uccelli (rappresentanti di specie protette) e 10.000 tartarughe. La caccia a questi animali è vietata nel loro habitat.

In Canada, e più precisamente nelle province di Nouveau-Brunswick, Ontario e Saskatchewan, i dipendenti dell'Interpol sequestrarono 15 unità di baculum e diversi genitali (testicoli) di orsi neri americani. Questa specie di orsi è uno dei simboli del paese. Dal 1992 è in vigore una legge che prevede una punizione molto severa per questo crimine.

“Gli orsi neri sono protetti dalla legislazione provinciale e federale. Il Ministero dell'ambiente e dei cambiamenti climatici è responsabile dell'applicazione della legge sulla protezione delle piante e della fauna selvatica. [...] L'essenza di questa legge è, tra l'altro, il controllo del trasporto illegale di specie selvatiche da una provincia all'altra e oltre i confini del Canada. I trasgressori di questa legge subiscono multe che vanno dai 5.000 ai 12 milioni di dollari canadesi [8,2 milioni di euro - ca. Ed.] [...], così come la reclusione", ha spiegato Samantha Bayard, portavoce del Ministero canadese dell'Ambiente e dei cambiamenti climatici, in un'intervista a Sputnik.

Apparentemente, la ricerca dei genitali degli orsi neri ha origine nella medicina tradizionale cinese. Almeno, è così che pensa Sheldon Jordan, direttore principale dell'istituzione responsabile dell'applicazione della legge canadese sulla fauna. Ha espresso il suo punto di vista in un'intervista al quotidiano La Presse. Numerosi articoli e rapporti parlano della richiesta generale da parte di speciali clienti cinesi per il pene e i testicoli di alcuni animali. Probabilmente, dopo che gli orsi neri vengono uccisi, le carcasse - almeno alcune parti di carcasse - vengono esportate in Cina. Tuttavia, non si sa nient'altro sull'interazione dei bracconieri a livello internazionale.

Anche se gli orsi neri non appartengono a una specie in pericolo, le autorità canadesi prendono molto seriamente la caccia illegale nei confronti di questi animali. Secondo un portavoce del Ministero canadese dell'Ambiente e dei cambiamenti climatici, si sta facendo tutto il possibile per porre fine al bracconaggio:

“Le operazioni recentemente svolte alla frontiera per intercettare parti di carcasse di orsi neri potrebbero essere state realizzate grazie alla raccolta di dati effettuata dal personale del Ministero canadese dell'Ambiente e dei cambiamenti climatici [...]. Continueremo a contare i nostri sforzi per proteggere questa e altre specie a seconda della situazione e della protezione. Questo rimarrà una delle nostre priorità fino a quando la situazione lo richiederà”, ha assicurato Samantha Bayard in un'intervista con Sputnik.

Il bracconaggio associato al mercato cinese non è una novità. Nel 1993, la Cina ha vietato, e poi nuovamente consentito nel 2018, la vendita del corno di rinoceronte sul suo territorio. Secondo la leggenda, il corno di questo animale previene il cancro. Il brusco cambio di posizione di Pechino ha suscitato l'indignazione di molte organizzazioni ambientaliste. Secondo i dati del quotidiano Le Monde, la medicina tradizionale cinese nel 2018 ha ricevuto, presumibilmente, 38 miliardi di dollari (34 miliardi di euro circa). I fautori degli animali parlano addirittura dell'esistenza di una "lobby della medicina tradizionale cinese". Questa "lobby" sta cercando il più possibile di creare ostacoli per le autorità canadesi sul suo territorio:

“Il Dipartimento dell'Ambiente e dei cambiamenti climatici sta lavorando a stretto contatto con partner canadesi, ad esempio la Canadian Border Services Agency (Services frontaliers du Canada), le agenzie provinciali e di protezione del territorio per la protezione della fauna e delle risorse naturali. Il Ministero collabora anche con organizzazioni internazionali come l'Interpol e con i paesi importatori per fermare il commercio illegale", ha affermato il rappresentante canadese.

Questo è diventato noto in un momento in cui il rapporto tra Canada e Cina sta attraversando momenti difficili. Dopo l'arresto a Vancouver del Chief Financial Officer di Huawei Meng Wanzhou, questi due paesi sono arrivati ai ferri corti.

Correlati:

Twitter vieta propaganda politica in Canada
Canada, trovati i resti fossilizzati di un mosasauro
Cieli Aperti, ispettori di Usa, Canada e Ungheria in missione in Russia
Tags:
Cina, caccia, orso, Canada
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik