Widgets Magazine
12:02 21 Agosto 2019
Boeing 737 MAX

Ingegnere Boeing: “la mia famiglia non volerà su un 737 Max”

CC BY 2.0 / Aka The Beav / Boeing 737 MAX roll-out
Mondo
URL abbreviato
2152

A marzo, le autorità aeronautiche mondiali hanno fermato i voli del 737 MAX a seguito di due incidenti, in Indonesia e in Etiopia, che hanno causato la morte di 346 persone.

Parlando con la BBC, l’ingegnere veterano della Boeing Adam Dickson ha ammesso che la sua famiglia "non volerà su un 737 Max", un aereo recentemente coinvolto in due incidenti mortali.

"È spaventoso vedere un incidente così grave a causa di un sistema che non ha funzionato correttamente o accuratamente", ha dichiarato Dickson al programma Panorama della BBC. L'ingegnere ha lavorato per più di 30 anni alla Boeing e ha contribuito a progettare il 737 Max.

Ha anche affermato che il lavoro sulla linea di produzione del 737 Max non è stato finanziato adeguatamente.

“Senza dubbio ciò che ho visto è stata una mancanza di risorse sufficienti per svolgere il lavoro nella sua interezza. Le maniere erano molto incentrate sulla riduzione dei costi, con pressioni fortissime. Agli ingegneri è stato posto l'obiettivo di ridurre il più possibile i costi dall'aereo", ha osservato Dickson.

Secondo lui, gli ingegneri Boeing sono stati inoltre sottoposti a pressioni per minimizzare le caratteristiche del nuovo 737 Max in modo che la società potesse evitare un rigoroso controllo da parte della Federal Aviation Administration (FAA) degli Stati Uniti.

L’ingegnere sostiene che lo scopo era quello di presentare queste nuove funzionalità come il più possibile simili “al design precedente che non avrebbe richiesto una nuova classificazione nel processo di certificazione".

"C’è stato molto interesse e molta pressione sui tecnici di certificazione e analisi, in particolare per fare in modo che ogni modifica al Max fosse considerata come modifica minore", ha detto Dickson.

Boeing ha rapidamente bollato i commenti di Dickson come inesatti, sottolineando che l’azienda è impegnata a trasformare il 737 Max in uno degli aerei più sicuri al mondo.

"Siamo sempre stati fedeli ai nostri valori di sicurezza, qualità e integrità e tali valori sono complementari e si rafforzano a vicenda con la produttività e le prestazioni dell'azienda", ha affermato la società in una nota.

Gli incidenti dei 737 Max

La flotta globale dei Boeing 737 Max è stata fermata a terra a marzo in seguito a due incidenti mortali che hanno ucciso un totale di 346 tra passeggeri e membri dell'equipaggio. Il 10 marzo, un 737 Max 8 della Ethiopian Airlines si è schiantato dopo il decollo, uccidendo tutti i 157 passeggeri e l'equipaggio a bordo. La tragedia è avvenuta appena cinque mesi dopo l'incidente dell'ottobre 2018 di un Lion Air 737 Max 8 in Indonesia, che ha ucciso tutte le 189 persone a bordo.

In entrambi gli schianti, il Manoeuvring Characteristics Augmentation System del Max 8 (MCAS) è stato considerato come una potenziale causa. L'MCAS è una misura di sicurezza che spinge il naso dell'aereo verso il basso nel caso in cui si raggiunga un'altitudine troppo elevata e si sviluppi il rischio di stallo.

Correlati:

Boeing trova dettagli difettosi in decine di aerei 737 Max e 737 NG
Boeing: i test del software per il 737 MAX stanno andando bene; l'aereo sarà sicuro
Boeing riduce produzione dei problematici 737 MAX
Tags:
Incidente, Incidente
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik