Widgets Magazine
06:29 26 Agosto 2019
Cervello

Americano accusato di aver mangiato un cervello umano

© Foto: Pixabay
Mondo
URL abbreviato
113

Un uomo originario dell'Indiana è stato accusato di aver ucciso la sua ragazza e poi mangiato i suoi organi.

Joseph Oberhansley, dovrà affrontare un processo con l'accusa di aver massacrato la sua ragazza e mangiato il suo cervello, nonché parte del suo cuore e dei suoi polmoni. 

Il crimine è avvenuto nel 2014 a Jeffersonville. Il corpo della 46enne Tammy Joe Blanton è stato trovato nel bagno di casa sua. Un'autopsia rivelò che la donna era morta per numerose coltellate.

Accanto al corpo, sono state trovate parti del cranio con il cervello, e nel cestino la polizia ha trovato una padella, posate e tovaglioli con tracce di sangue.

Le forze dell'ordine hanno arrestato il 38enne Joseph Oberhansley, che per primo ha confessato il crimine per poi dichiararsi non colpevole, accusando Blanton di aver "bevuto molto e di aver avuto contatti con dei pervertiti".

In precedenza, Oberhansley è stato rilasciato in libertà vigilata dalla prigione, dove stava scontando una condanna per l'omicidio di un'amante di 17 anni nel 1998. Inoltre, ha sparato a sua madre e sua sorella e ha anche cercato di farsi una "lobotomia parziale".

Oberhansley rischia l'ergastolo, il suo processo inizierà il 19 agosto.

A.N.

Correlati:

Catturato l'assassino-scrittore: aveva anticipato il delitto in un romanzo
Ergastolo all’assassinio di Pamela Mastropietro. Il commento del professor Alessandro Meluzzi
Omicidio Khashoggi, Erdogan: l’assassino è uno dei sospettati
Tags:
Omicidio, omicidi, Omicidi
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik