Widgets Magazine
10:45 24 Agosto 2019

Berlino chiede un approccio europeo alla situazione nello Stretto di Hormuz

© AFP 2019 / John Macdougall
Mondo
URL abbreviato
Alta tensione tra Iran, Regno Unito e USA dopo serie di sequestri di petroliere (30)
0 36

A seguito di incidenti che hanno coinvolto navi commerciali vicino allo Stretto di Hormuz, Washington ha invitato i suoi alleati a prendere parte a una missione nella regione per proteggere la libertà di navigazione. La Germania, tuttavia, sembra più aperta a un piano simile proposto dal Regno Unito.

Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha insistito sul fatto che la strategia americana di "massima pressione" contro l'Iran è uno scenario inaccettabile per il coinvolgimento di Berlino nella regione. Il massimo diplomatico ha accolto con favore l'operazione proposta nel Regno Unito, che ha lo scopo di proteggere le navi commerciali nel Golfo Persico e vicino allo Stretto di Hormuz.

"Il nostro coinvolgimento locale deve avere un volto europeo. Non partecipiamo alla strategia americana di massima pressione", ha detto Maas al gruppo di media tedesco Funke.

Tuttavia, ha sottolineato che la Germania sarebbe in grado di decidere solo sulla sua partecipazione allo spiegamento navale proposto dal Regno Unito se gli viene data "chiarezza sulla progettazione di tale missione".

"Siamo in contatto con il nuovo governo britannico, in particolare per scoprire come si sta posizionando. I piani sono ancora nella fase iniziale ", ha osservato Maas, aggiungendo che è necessario rispondere prima alle questioni politiche e giuridiche sulla missione.

Sebbene Berlino abbia assunto una posizione cauta, il massimo diplomatico tedesco ha dichiarato che l'Europa ha un interesse acquisito nel garantire la sicurezza nel Golfo. Secondo lui, il governo tedesco, la Francia e il Regno Unito stanno discutendo dei modi per riunire i poteri regionali sulla questione della sicurezza marittima.

"Ci sono ancora difficoltà diplomatiche che dobbiamo superare, che richiedono dialogo e discussione di regole comuni per evitare escalation indesiderate", ha affermato.

Posizione più decisa

Contrariamente alla Germania, la Danimarca ha assunto una posizione più decisa e favorisce la partecipazione allo spiegamento proposto nel Regno Unito nel Golfo Persico. Secondo il ministro degli esteri danese Jeppe Kofod, Copenaghen è positivamente valutare il suo potenziale contributo navale.

Oltre alla Danimarca, la Francia e l'Italia hanno sostenuto il piano del Regno Unito di avviare una missione marittima a guida europea nello Stretto di Hormuz per rafforzare la sicurezza della navigazione commerciale.

Crescenti tensioni

Il Regno Unito ha ideato il piano per lanciare una missione di sicurezza internazionale nello Stretto di Hormuz a seguito delle crescenti tensioni sulla rotta marittima chiave. La situazione si è intensificata il 19 luglio, quando i pasdaran iraniani hanno sequestrato la petroliera britannica Stena Impero per quella che ha descritto come una violazione delle norme marittime internazionali. La mossa ha seguito un incidente simile al largo delle coste di Gibilterra il 4 luglio, quando le forze britanniche hanno sequestrato una petroliera iraniana, sostenendo che stava violando le sanzioni dell'UE contro la Siria.

Tema:
Alta tensione tra Iran, Regno Unito e USA dopo serie di sequestri di petroliere (30)

Correlati:

Pompeo su sequestro petroliera britannica: spetta a Londra occuparsi delle sue navi
Le foto dalla cabina della petroliera sequestrata dall’Iran
CNN: Com'è andato veramente il sequestro della petroliera britannica da parte dell'Iran
Tags:
Sicurezza, Stretto di Hormuz, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik