14:32 19 Novembre 2019
Rafael Grossi

Chi è Rafael Grossi, il candidato alla direzione dell’AIEA?

© AFP 2019 / Alexander Klein
Mondo
URL abbreviato
230
Seguici su

Rafael Grossi, rappresentante permanente dell'Argentina presso le organizzazioni internazionali a Vienna, potrebbe assumere la carica di direttore generale dell'AIEA.

In relazione alla morte del capo dell'AIEA, Yukiya Amano, l'organizzazione deve affrontare la scelta di un nuovo direttore generale. Il 25 luglio il consiglio dei governatori dell'AIEA ha nominato l'ex ambasciatore della Romania Cornell Feruta come direttore generale ad interim dell'agenzia, ha detto Mikhail Ulyanov, rappresentante permanente della Russia presso le organizzazioni internazionali di Vienna.

Durante la sessione non è stata sollevata la questione della nomina dei candidati per il posto di capo permanente dell'AIEA. Di solito, il processo di elezione del direttore generale dura dai 12 ai 14 mesi, ma in queste circostanze, le elezioni si terranno in un tempo più breve e dureranno almeno sei mesi.

Come precedentemente riferito a Sputnik da una fonte diplomatica a Vienna, uno dei candidati alla carica di direttore generale dell'AIEA è l'ambasciatore argentino in Austria e rappresentante permanente di questo paese presso le organizzazioni internazionali di Vienna Rafael Grossi.

In qualità di esperto in questioni di sicurezza, disarmo e non proliferazione nucleare, Grossi ha rappresentato l'Argentina in tutti i forum dedicati a questi temi. Dal 2010 al 2013 è stato vicedirettore generale dell'AIEA.

Ma chi è Rafael Grossi?

Rafael Grossi ha acquisito notorietà in Argentina grazie alla partecipazione alla ricerca sulla scomparsa nel novembre 2017 del sottomarino San Juan. Grossi ha suggerito di studiare i registri della rete idrofonica dell'Organizzazione globale del trattato sul divieto dei test nucleari (CTBTO), che ha sede a Vienna. Ha quindi contattato il segretario esecutivo del CTBTO, Lassina Zerbo, riuscendo a convincerlo della necessità di controllare le registrazioni degli idrofoni. I suoi sforzi non sono stati vani: gli specialisti dell'agenzia avevano registrato un "insolito segnale sottomarino" nell'area della scomparsa del sottomarino.

È interessante notare che la prospettiva di diventare capo dell'AIEA non si presenta per la prima volta per Grossi. Nel settembre 2015, il governo argentino, con il sostegno di altri paesi dell'America Latina e dei Caraibi, ha annunciato la sua nomina a direttore generale dell'organizzazione. Tuttavia, nel 2016, il governo di Mauricio Macri ha sospeso il suo sostegno, passando alla promozione della candidatura di Susana Malcorra alla carica di segretario generale delle Nazioni Unite.

Dal 2013, Grossi è rappresentante permanente dell'Argentina presso organizzazioni internazionali a Vienna.

Correlati:

Accordo nucleare, AIEA conferma il rispetto degli impegni dell'Iran
Aiea conferma arricchimento dell'uranio in Iran
Nucleare, morto direttore AIEA Yukiya Amano
Tags:
AIEA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik