Widgets Magazine
06:49 21 Agosto 2019
An-26

Cieli Aperti, ispettori di Usa, Canada e Ungheria in missione in Russia

© Sputnik . Georgiy Zimarev
Mondo
URL abbreviato
0 02

Durante il sorvolo lungo una rotta concordata, gli esperti russi a bordo dell'aereo di osservazione verificheranno il rispetto rigoroso dei parametri di volo concordati e l'utilizzo delle attrezzature conformemente alle disposizioni del trattato.

Secondo Sergey Ryzhkov, direttore del Centro nazionale per la riduzione del rischio nucleare, dal 22 al 26 luglio conformemente all'attuazione del trattato internazionale sui Cieli Aperti, una missione congiunta di ispettori provenienti da Ungheria, Canada e Stati Uniti effettuerà voli di osservazione sul territorio russo a bordo dell'aereo d'osservazione An-26 ungherese partendo dalla base aerea di Kubinka.

Durante il sorvolo lungo una rotta concordata, gli esperti russi a bordo dell'aereo di osservazione verificheranno il rispetto rigoroso dei parametri di volo concordati e l'utilizzo delle attrezzature conformemente alle disposizioni del trattato. 

L'aereo di osservazione An-26 appartiene alla classe di velivoli non equipaggiabili con armi. L'aeromobile e le apparecchiature di osservazione installate (telecamere aeree) sono in possesso di una certificazione internazionale avvallata dagli specialisti russi, cosa che preclude l'uso di apparecchiature non previste dal trattato.

Trattato sui Cieli Aperti

Il trattato sui Cieli Aperti (internazionalmente noto nella formulazione inglese Open Skies, ndr) è un trattato internazionale che ha l'obiettivo di promuovere la trasparenza sulle attività militari condotte dai paesi membri secondo il concetto dell'osservazione aerea reciproca.

Il trattato è entrato in vigore il primo gennaio del 2002 e comprende la maggior parte dei paesi NATO, Russia, Bielorussia, Georgia, Bosnia-Erzegovina, Svezia e Finlandia. Attualmente sono 32 i paesi membri.

Tags:
Difesa, Sicurezza, Ungheria, Canada, USA, Cieli Aperti, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik