Widgets Magazine
06:42 21 Agosto 2019

FaceApp criticata da geriatra: la AgeChallenge è poco accurata

© Depositphotos / Evgenyataman
Mondo
URL abbreviato
240

L'applicazione è stata criticata, oltre che dai cospirazionisti, anche dai medici: un geriatra ha affermato che il programma non "invecchia" le foto in modo realistico.

Il dott. Valerij Novoselov, specialista in geriatria, ha criticato l’applicazione FaceApp, negli ultimi giorni al centro dell’attenzione dei social media per la sua funzione che permette di modificare una propria foto e scoprire che aspetto si avrà in età avanzata.

Secondo il medico, però, il programma non tiene in considerazione lo stile di vita della persona, il suo stato emotivo, la qualità della vita e i fattori genetici. Una persona che beve molti alcolici o fuma sigarette in età avanzata avrà un aspetto diverso da quello di un coetaneo che conduce uno stile di vita più sano.

“Sembrerebbe che il programma non abbia un algoritmo corretto, lì di dati geriatrici ce ne sono molto pochi”, ha detto lo specialista alla tv russa.

L’immagine creata dal programma ha una possibilità di coincidere all’aspetto reale che avrà la persona che lo utilizza di non più del 33% dei casi, secondo il medico, che è giunto a questa conclusione osservando diverse delle fotografie create dall’applicazione.

Queste non sono le uniche critiche ricevute da FaceApp. La cantante russa Olga Buzova, infatti, ha criticato pubblicamente gli utenti dei social network che utilizzano l’applicazione, asserendo che prima o poi tutti invecchiano e non conviene “mettere fretta alla giovinezza” pubblicando immagini di se stessi da vecchi.

Inoltre sui social da giorni si sta diffondendo una teoria cospirazionista, secondo la quale FaceApp in realtà sarebbe uno strumento di spionaggio per rubare informazioni, dati personali e immagini utili agli utenti.

Correlati:

No, FaceApp non invia tutte le tue foto alla Russia di Putin
Spie russe dietro FaceApp? La paranoia dei media colpisce ancora
FaceApp Challenge, tutti più vecchi sui social con l'app che arriva dalla Russia
Tags:
Social Network
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik