Widgets Magazine
07:17 21 Agosto 2019
Bandiera dello Yemen

Bombardamenti incrociati tra ribelli Huthi e coalizione araba in Yemen

© AP Photo / Hani Mohammed
Mondo
URL abbreviato
112

Secondo i ribelli sciiti Huthi, tutti i bersagli, incluso il radar di una base aerea saudita, sono stati colpiti.

I ribelli Huthi del movimento sciita Ansar Allah hanno bombardato con due droni Qasif-2K la base aerea saudita “Re Khalid” situata presso Khamis Mushait. Secondo il canale televisivo Al Manar, le operazioni sono state segnalate nella capitale yemenita dal rappresentante del comando dei gruppi armati dei ribelli, il generale Yahya Sarea. Secondo il rappresentante delle forze degli Huthi, da questa base militare decollano gli aerei della coalizione araba per bombardare i centri abitati in Yemen.

"Durante l'attacco, tutti gli obiettivi terrestri sono stati colpiti ed i radar sono stati messi fuori uso", ha detto il generale. "Questa operazione è stata una risposta ai crimini degli aggressori, che nelle ultime 12 ore hanno condotto 25 raid nelle città yemenite, inclusa la capitale".

Secondo il portale Sabanet, le forze aeree saudite hanno compiuto raid presso l'edificio del Ministero dell'Informazione e alcuni quartieri residenziali della capitale Sana'a. Nella capitale yemenita si segnalano vittime. Nella città settentrionale yemenita di Saada durante i bombardamenti della coalizione araba sono rimasti uccisi due civili, mentre altri due sono stati ricoverati in ospedale.

La coalizione araba aveva segnalato ad inizio giornata nuovi raid contro le posizioni degli Huthi nello Yemen occidentale. Tra gli obiettivi figuravano unità di contraerea e depositi di missili balistici appartenenti ai ribelli sciiti. Il comando della coalizione aveva invitato i civili a lasciare le zone vicino ai centri di comando degli Huthi.

Guerra civile in Yemen

Il conflitto politico-militare in Yemen tra il governo e i ribelli Huthi del movimento sciita Ansar Allah va avanti dal 2014. La guerra civile si è aggravata dopo che nel marzo 2015 una coalizione militare di Paesi arabi, guidata dall'Arabia Saudita, è intervenuta per sostenere le forze governative contro i ribelli.

Normalizzazione sotto l'egida dell'Onu

Nel dicembre 2018, le parti in conflitto nello Yemen per la prima volta in diversi anni si sono incontrate al tavolo dei negoziati, che sono stati organizzati sotto l'egida dell'ONU a Stoccolma. Sono riusciti a raggiungere una serie di accordi importanti, in particolare, sullo scambio di prigionieri, il cessate il fuoco nella città portuale di Hodeida sul Mar Rosso e il suo trasferimento all'ONU da parte degli Huthi.

Tags:
Coalizione araba, Huthi, Yemen, Bombardamenti in Yemen
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik