01:31 17 Novembre 2019
Auto e scorta di Kim Jong-un

Usate o rubate? Svelato il mistero delle auto di lusso di Kim

© Sputnik . Vitaliy Ankov
Mondo
URL abbreviato
570
Seguici su

La Corea del Nord è sotto sanzioni, eppure Kim Jong-un si sposta in Mercedes. Dall'America sembra che abbiano scoperto uno dei possibili modi attraverso cui il leader nordcoreano Kim Jong-un riceve beni di lusso.

Lo riferisce la CNN, citando il Centro di Washington per gli studi avanzati sulla difesa (C4ADS) che ha condotto un'indagine lunga ben 8 mesi.

Che un capo di Stato usi una macchina di lusso come una Mercedes-Maybach S600 Pullman Guard blindata non è qualcosa di straordinario. Ma se parliamo del dittatore nordcoreano Kim Jong-Un, la vicenda si tinge di giallo e desta preoccupazione, sia per una questione di cattiva pubblicità, sia per questioni legali, dal momento che le vendite di beni di lusso in Nord Corea sono vietate dalle sanzioni internazionali.

Gli analisti del C4ADS ci hanno messo 8 mesi per sostenere di aver stabilito il modo in cui 2 Mercedes-Maybach S600 blindate dal valore di circa 500mila dollari siano arrivate a Pyongyang. A bordo di una di queste auto Kim Jong-un è arrivato all'incontro con il presidente della Corea del Sud Moon Jae-in nel 2018.

Per il loro rapporto gli esperti hanno esaminato dati doganali, le bolle d'accompagnamento ed altri documenti di pubblico dominio.

Gli analisti ritengono che le auto di lusso siano partite dal porto di Rotterdam il 14 giugno 2018. Successivamente sono arrivate nel porto cinese di Dalian, dopodichè sono state portate ad Osaka in Giappone, per poi finire nella città sudcoreana di Busan. Da lì i movimenti delle auto sono diventati più nebulosi: sono state inviate sulla nave DN5505, in direzione della città russa di Nakhodka. 

Secondo il piano di navigazione, la nave doveva arrivare a destinazione il 5 ottobre, ma dal 1° ottobre al 19 ottobre il trasmettitore dell'imbarcazione non aveva inviato segnali. Quando il dispositivo è tornato in funzione, la DN5505 stava già tornando a Busan. Il rapporto C4ADS rileva che i transponder non trasmettono dati se le navi sono in mare aperto, ma spesso vengono disattivati appositamente per violare le sanzioni.

Il 2 novembre l'equipaggio, all'arrivo nel porto sudcoreano, ha presentato documenti che testimoniavano il trasporto di un carico di antracite da Nakhodka. Contemporaneamente nel porto russo non c'erano documenti a conferma dell'arrivo della nave DN5505.

Allo stesso tempo il 7 ottobre gli aerei da trasporto Il-76 della Corea del Nord erano decollati da Pyongyang per Vladivostok per un volo non pianificato, ma gli americani non sono riusciti a ricevere spiegazioni dal Consolato nordcoreano nella città russa.

"Non abbiamo trovato prove dirette del collegamento tra gli arrivi degli aerei cargo e la nave DN5505 (...). Tuttavia, data la capienza degli aerei e il ruolo nel trasporto delle limousine blindate di Kim Jong-un, è possibile che possano aver preso le Mercedes", dicono gli esperti.

La casa automobilistica tedesca Daimler, in possesso del marchio Mercedes-Benz, ha dichiarato di non avere rapporti con la Corea del Nord da oltre 15 anni.

Non sappiamo come quei mezzi siano stati consegnati in Corea del Nord”, dice Silke Mockert, portavoce dell’azienda tedesca, all’Associated Press.

C’è da dire che le auto in mano a Kim Jong-Un non sono mai gli ultimi modelli e questa considerazione porta ad un ragionamento semplice: probabilmente si tratta di mezzi usati, ipotesi avanzata dallo stesso Mockert: “la vendita da parte di terze parti, specialmente per quanto riguarda le vetture usate, va oltre il nostro controllo e la nostra responsabilità”.

In ogni caso il leader nordcoreano Kim Jong-Un per i suoi viaggi internazionali preferisce ancora spostarsi in treno: è stato così per l'incontro con Trump in Vietnam a marzo, ed anche per il faccia a faccia con Putin a Vladivostok, poco più di un mese fa: allora fu un appassionato di ferrovie russo che filmò il convoglio nordcoreano, riuscendo a svelarne anche alcuni segreti

Tags:
lusso, mercedes, CNN, Sanzioni, Kim Jong-un, Corea del Nord
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik