05:50 20 Novembre 2019
hacker

Cerca soldi per gli F-16 e trova redditi di milioni di persone, hacker beffa la Bulgaria

© Fotolia / Apops
Mondo
URL abbreviato
180
Seguici su

Diversi media bulgari hanno ricevuto una mail in cui un uomo rivendica gli attacchi informatici che hanno recentemente colpito l’Agenzia delle entrate del paese.

Tra i media che hanno ricevuto l’autodenuncia, i canali televisivi NOVA e bTV e il giornale Capital. L’autore della mail, che si dichiara russo, avrebbe attaccato il server dell'Agenzia nazionale delle entrate bulgara e diffuso i dati di milioni di cittadini.


Secondo quanto è stato riferito dopo da un esponente della Direzione per la lotta alla criminalità organizzata della Bulgaria, il hacker NON è cittadino della Federazione Russa.


Il sedicente hacker sarebbe quindi un cittadino russo sposato con una donna bulgara e ha affermato che “racconterà con piacere dell’attacco in modo che il governo corrotto della Bulgaria non inganni il pubblico”. Gli attacchi, secondo l’autore della mail, avvenivano anche in passato, anche nel 2012, ma allora “nessuno ha notato niente”.

“Questa perdita di informazioni accade già da 11 anni. I genitori di mia moglie abitano in Bulgaria e io stesso ho visto come barano”, recita la mail del presunto hacker.

Secondo lui gli organi che indagano sull’incidente non troveranno niente e si limiteranno a “nascondere la verità”.

“Se questo accadrà caricherò personalmente le informazioni sul torrent-tracker russo e bulgaro in modo che tutti possano scaricarsele. E se i media con i quali sono in contatto pubblicheranno informazioni false, svelerò altri due blocchi di dati e ancora una volta le informazioni del Ministero delle Finanze”, ha detto l’autore.

In precedenza alcuni media bulgari avevano ricevuto una mail con il link ad alcuni file contenenti i dati sui redditi di più di 5 milioni di bulgari e informazioni sulle aziende straniere che svolgono attività in Bulgaria.

Secondo il ministro degli Interni Mladen Marinov la mail è arrivata da una piattaforma di posta elettronica russa e l’attacco è legato all’acquisto degli F-16, ma il ministro delle Finanze Vladislav Goranov ha dichiarato che il motivo non è legato alla decisione di comprare gli aerei americani.

Goranov ha spiegato che l’attacco al server dell’Agenzia nazionale delle entrate è avvenuto prima che si sapesse della decisione. Inoltre non ha escluso che possa essere coinvolto anche un impiegato della stessa Agenzia.

Correlati:

Bulgaria, presidente parlamento: prima la popolazione, poi gli F-16
Ministro Difesa bulgaro insiste per adottare “concezione contro la preminenza dei rom”
Militare morto durante esercitazioni NATO in Bulgaria
Tags:
Bulgaria, cyber-attacco, hacker
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik