07:37 14 Novembre 2019
Matteo Salvini interviene durante la tradizionale riunione della Lega a Pontida, Italia

Procura di Milano sta preparando inchiesta su presunti finanziamenti della Russia alla Lega

© AP Photo / Luca Bruno
Mondo
URL abbreviato
11322
Seguici su

Secondo il Corriere della Sera, gli investigatori stanno controllando l’accredito di fondi nei conti del presidente dell'Associazione "Lombardia-Russia" di Gianluca Savoini.

La Procura di Milano che sta conducendo le indagini sul presunto finanziamento da parte della Federazione Russa alla Lega sta preparando una richiesta di assistenza alle autorità investigative russe nel chiarire una serie di circostanze. Lo ha riferito sabato il quotidiano Corriere della Sera.

Secondo il quotidiano, gli investigatori stanno controllando l’accredito dei fondi nei conti del principale sospettato, il presidente dell'Associazione Lombardia-Russia, Gianluca Savoini, e per completezza di informazioni hanno bisogno di accedere ai database delle banche russe. Una delle versioni è che un accordo sull'acquisto di petrolio e cherosene, dal quale la Lega avrebbe dovuto ricevere dividendi, potrebbe essere stato concluso con l'aiuto di Intesa Sanpaolo e della sua filiale russa Intesa. Il capo del gruppo bancario, Gian Maria Gros-Pietro ha già confutato qualsiasi ipotesi circa il coinvolgimento della banca in questa materia.

La ragione per l'intensificazione dell'indagine è stata la pubblicazione su BuzzFeed della registrazione audio della conversazione di Savoini, uno dei soci del Vice Primo Ministro e Ministro dell'Interno d'Italia, nonché il leader della Lega Matteo Salvini con i presunti imprenditori russi con cui si discuteva l'eventuale accordo. I dividendi dell’accordo per 65 milioni di euro potrebbero essere stati ricevuti dalla Lega. Come si è scoperto successivamente l'ufficio del pubblico ministero italiano ha avviato azioni investigative dopo la prima informazione trapelata dai media a febbraio. In particolare, l'ufficio del pubblico ministero sta cercando di stabilire l’identità dei due italiani e dei tre russi che partecipano alla conversazione. Savoini è sospettato di corruzione internazionale. Tuttavia, dai materiali resi pubblici dai media non capisce se la transazione abbia avuto luogo.

Sia Salvini che Savoini hanno categoricamente smentito le ipotesi sul finanziamento russo del partito, definendole non comprovate. Le prove di finanziamento del partito italiano non sono state trovate neanche nella stampa del verbale del Cremlino, ha dichiarato il segretario alla presidenza presidenziale russo Dmitrij Peskov.

Il Movimento a 5 Stelle, in rivalità con la Lega, non ha perso l'occasione di sottolineare la trasparenza di tutte le proprie fonti di finanziamento.

Correlati:

Un muro al confine est e il giallo sui soldi russi alla Lega: vero o falso?
Salvini: Lega sta lavorando a progetto per una Roma diversa
Governo, tornano tensioni tra Lega e M5S: risultati del vertice sull’Autonomia
Tags:
fondi, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik