Widgets Magazine
10:19 19 Luglio 2019
Gruppo di bambini visita la base cinese Mars Base 1

La Cina arriverà su Marte

© AFP 2019 / Wang Zhao
Mondo
URL abbreviato
161

L'Agenzia spaziale cinese sta mantenendo le sue promesse sulla conquista di nuove terre quasi senza ritardi: ha già costruito il rover che nel 2020 andrà su Marte.

Come riportano i media cinesi, il direttore del programma lunare cinese Ouyang Ziyuan ha confermato che è quasi tutto pronto per la prima missione interplanetaria cinese con atterraggio su Marte. Il programma prevede l’ingresso in orbita e lo studio a distanza del Pianeta rosso, l’atterraggio sulla superficie del pianeta e il lavoro di un rover il cui assemblaggio è da poco terminato. Si tratta di una missione senza precedenti per il settore astronautico cinese che comincerà nel 2020. Il volo durerà 7 mesi.

I primi dati scientifici provenienti dalla missione su Marte cominceranno ad arrivare nel 2021. Durante la conferenza di Rizhao dedicata alle ricerche spaziali tra i compiti del rover sono state segnalate la ricerca di tracce di vita e la determinazione del potenziale del pianeta per un’eventuale futura terraformazione.

Il rover si occuperà di studiare le caratteristiche geologiche, l’atmosfera e il campo magnetico di Marte. Infine gli scienziati sperano non solo di ottenere una preziosissima esperienza nella creazione di missioni tanto complesse, ma anche di gettare la luce sulla storia del Pianeta rosso.

Purtroppo al momento non sono disponibili informazioni dettagliate sulla struttura del rover, degli strumenti di cui è dotato e del modulo di trasporto della missione.

Si tratterà del secondo tentativo della Cina di raggiungere Marte: la prima volta la sonda Yinghuo-1 era stata lanciata nel 2011 insieme alla sonda russa Fobos-Grunt, ma entrambe non sono riuscite a uscire dall’orbita terrestre e si sono disintegrate, per poi finire sul fondo dell’Oceano Pacifico.

Dal 1960 sono state più di 40 le missioni che hanno cercato di raggiungere il pianeta, ma la maggior parte dei tentativi è fallita del tutto o in parte. Al momento attuale sono otto i dispositivi che studiano il Pianeta rosso: il rover Curiosity (USA), il laboratorio immobile di superficie InSight (USA), sei satelliti MArs Odyssey, MAVEN, MRO (USA), Mars Orbiter Mission (India), Mars Express (Europa) Trace GAs Orbiter (Europa con collaborazione della Russia).

Correlati:

Ufologi accusano NASA (di nuovo): Curiosity non è su Marte!
Misteriosa scomparsa del metano su Marte: scoperte le cause
Trump promette di piantare la bandiera americana su Marte
Tags:
Marte
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik