Widgets Magazine
11:38 24 Agosto 2019

Adolescenti costruiscono aereo e volano da Capetown al Cairo

© Sputnik . Andrey Stenin
Mondo
URL abbreviato
250

Un gruppo di adolescenti sudafricani ha assemblato un aeroplano e svolto un volo dal Sudafrica all’Egitto con tappe in altri paesi africani.

L’aereo, uno Sling 4 a quattro posti, è stato assemblato da un gruppo di 20 studenti con diversi background. L’equipaggio è atterrato al Cairo dopo un viaggio di 12 mila km che ha incluso tappe in Namibia, Malawi, Etiopia, Zanzibar, Tanzania e Uganda.

Il pilota Megan Werner, 17 anni, fondatrice del progetto U-Dream Global, ha detto di essere emozionata dal traguardo raggiunto.

“Sono così onorata di aver fatto la differenza in tutto il continente nei posti dove ci siamo fermati. Lo scopo dell’iniziativa era mostrare all’Africa che tutto è possibile se ti poni un obiettivo”, ha detto Megan.

Un altro Sling 4 pilotato da professionisti ha accompagnato gli adolescenti, che durante le loro tappe hanno tenuto discorsi motivazionali per i loro coetanei.

I ragazzi hanno costruito l’aeroplano in tre settimane utilizzando un kit prodotto in Sudafrica da Airplne Factory. Per l’assemblaggio gli studenti hanno dovuto montare migliaia di piccole componenti. Il padre di Megan, Des Werner, un pilota commerciale, ha detto che normalmente ci vogliono 3000 ore di lavoro per assemblare uno Sling 4.

L’impresa non è stata priva di ostacoli, ha raccontato Megan. Nella capitale dell’Etiopia, Addis Ababa, per esempio, inizialmente non riuscivano a trovare il carburante necessario a continuare il volo.

“Quando infine lo abbiamo ottenuto, l’aereo di supporto ha cominciato ad avere una perdita di carburante, così non hanno potuto seguirci. Solo due persone, io e Driaan van den Heever, il pilota di sicurezza, abbiamo continuato”, ha detto Megan.

“Eravamo preoccupati di passare attraverso il Sudan per via dei disordini politici in quel paese”, ha aggiunto.

Megan è una dei sei membri del gruppo ad avere ottenuto la patente da pilota. I sei patentati hanno diviso tra di loro i compiti di pilotaggio dell’aereo. Il tipo di patente ottenuta dai ragazzi ha rappresentato un’altra difficoltà in quanto impone di volare a un’altezza ridotta, dalla quale è visibile il terreno, e proibisce di non entrare nelle nuvole.

L’ultima tratta, da Addis Ababa al Cairo attraverso Aswan, ha messo alla prova il sangue freddo dei piloti.

“Io e Driaan van den Heever abbiamo volato da soli per 10 ore senza l’aeroplano di supporto, quindi eravamo due adolescenti tutti soli senza alcun aiuto”, ha detto Megan.

I due piloti hanno avuto a che fare con un problema tecnico circa un’ora dopo essere entrati in territorio egiziano e hanno deciso che sarebbe stato meglio atterrare all’aeroporto interno del Cairo più vicino anziché all’aeroporto internazionale, come era inizialmente previsto.

“C’è stata in po’ di confusione ma è stato fatto tutto nell’interesse della sicurezza”, ha detto Des Werner.

“Quando siamo atterrati in Egitto le autorità volevano arrestarci, prendere i nostri passaporto e le patenti, ma fortunatamente dopo circa quattro ore si è chiarito tutto e abbiamo ottenuto un po’ di carburante per continuare fino ad Aswan. Da lì siamo volati al Cairo ed è stato bellissimo sentire di atterrare qui”, ha detto Megan.

Correlati:

“Aiutiamoli a casa loro?”: per lo sviluppo in Africa servono 300/400 centrali nucleari
Esperto UA spiega i vantaggi della creazione di una zona di libero scambio in Africa
Dalai Lama preoccupato dal futuro "musulmano e africano" dell'Europa
Tags:
Sudafrica, aereo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik