Widgets Magazine
16:42 21 Ottobre 2019
Rovine di Pompei

Trovate dieci bombe inesplose a Pompei

CC0
Mondo
URL abbreviato
206
Seguici su

Si tratta di bombe sganciate dagli alleati durante la seconda guerra mondiale.

Nel sito archeologico di Pompei ci sono almeno dieci bombe inesplose lanciate dagli alleati durante la seconda guerra mondiale, scrive Il Fatto Quotidiano.

La testata cita i dati dell'Archivio fotografico nazionale d'Italia, secondo cui nell'agosto del 1943 sulla città furono sganciate 165 bombe durante nove bombardamenti. 96 di essi sono stati rilevate e disinnescate. Le restanti 69 bombe, presumibilmente, sono sparse su un'area di 22 ettari, dove gli scavi non sono ancora stati completati, si tratta di quasi un terzo dell'area di scavo.

Secondo il giornale, alcuni di questi ordigni sono già esplosi o sono stati disinnescati. Tuttavia, almeno dieci di loro rimangono nel territorio di Pompei.

Il Museo Archeologico osserva che non vi è alcuna minaccia per i visitatori, poiché i militari fino ad oggi "metro per metro" hanno esaminato il territorio della città antica e continuano a farlo fino ad oggi.

Per coincidenza, gli alleati sganciarono bombe su Pompei il 24 agosto 1943. In precedenza si credeva che in questo giorno del 79 d.C., l'antica città fu distrutta a seguito dell'eruzione del vulcano Vesuvio, che provocò la morte di più di duemila persone. Tuttavia, nell'ottobre 2018, fu scoperta a Pompei un'iscrizione che indica che la città fu distrutta dal Vesuvio dopo il 17 ottobre 79 d.C.

Correlati:

Russia, i sismologi prevedono un disastro simile a quello di Pompei in Kamchatka
A Pompei trovato un antico affresco con l'immagine di Narciso
Trovato antico fastfood a Pompei
Tags:
bombe, pompei
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik