Widgets Magazine
07:14 21 Agosto 2019
  S-400 Missile System Tests in Kamchatka

Protezione dei nostri confini significa protezione NATO ed Europa — ufficiale turco su affare S-400

© Foto: YouTube/Sputnik
Mondo
URL abbreviato
0 90

L'accordo di Ankara con la Russia per l'acquisto di sistemi missilistici di difesa terra-aria S-400 è stata una delle principali fonti di tensione tra la Turchia e gli Stati Uniti, poiché Washington ha minacciato Ankara con possibili sanzioni.

Omer Celik, portavoce del partito di giustizia e sviluppo (AKP), ha ribadito che la Turchia è determinata a rafforzare i sistemi di difesa aerea in risposta alle continue minacce provenienti dalla Siria, dall'Iraq e dal Mediterraneo orientale, riferisce l'agenzia di stampa Anadolu .

Intervenendo a una conferenza stampa dopo l'incontro del presidente Recep Tayyip Erdogan con i legislatori dell'AKP a Istanbul, Celik ha affermato che il potenziamento del sistema di difesa aerea del paese è una "necessità della sicurezza nazionale come stato sovrano".

La questione dell'S-400

Il portavoce dell'AKP si è impegnato a sostenere gli alleati della Turchia riguardo alla questione dell'S-400, dicendo:

"La protezione dei confini della Turchia corrisponde alla protezione dei confini della NATO e dell'Europa, così come lo è per la sicurezza nazionale della Turchia".

Quando è stato chiesto dove sarebbero stati schierati gli S-400, Celik ha dichiarato: "Il sistema sarà implementato in modo da soddisfare le necessità della Turchia al massimo".

L'accordo di Ankara con Mosca sul sistema di difesa missilistico S-400 è da lungo tempo una delle principali fonti di tensione tra la Turchia e gli Stati Uniti.

Erdogan e Trump al summit G20

Durante il summit del G20 ad Osaka, in Giappone, il presidente Erdogan ha dichiarato che Donald Trump gli ha detto che non ci sarebbero state sanzioni contro la Turchia dopo aver ricevuto i sistemi di difesa S-400.

Al vertice, Trump ha attribuito la responsabilità della situazione al rifiuto dell'ex presidente Barack Obama di vendere missili Patriot alla Turchia e ha affermato che la Turchia non è stata trattata in modo equo.

A una conferenza stampa congiunta con Recep Tayyip Erdogan, Trump ha detto che alla Turchia "non è stato permesso di acquistare missili Patriot dall'amministrazione Obama" e la sua amministrazione stava esaminando varie opzioni riguardanti l'acquisto di missili S-400 della Russia.

"La Turchia è un membro della NATO e non è stata trattata in modo equo", ha detto Trump.

Alla domanda su possibili sanzioni contro la Turchia, Trump ha dichiarato "stiamo valutando, ma è una strada a doppio senso".

Le consegne dell'S-400

La cooperazione russo-turca sulle consegne dell'S-400 è stata ripetutamente criticata dagli Stati Uniti. Gli USA hanno esortato la Turchia a comprare i missili Patriot, sostenendo che il sistema russo sarebbe incompatibile con la NATO e potrebbe comportare sanzioni punitive.

Dopo lunghi tentativi infruttuosi di acquistare un sistema di difesa aerea dagli Stati Uniti sotto l'amministrazione Obama, nel 2017 Ankara ha optato per l'acquisto di S-400 russi, sottolineando che il sistema non sarebbe integrato nella NATO e non rappresenterebbe una minaccia per l'alleanza.

La prima spedizione di sistemi di difesa aerea S-400 dovrebbe essere consegnata ad Ankara a luglio.

Correlati:

Perché Erdogan ha preferito gli S-400 agli analoghi NATO - Deutsche Welle
Acquisto S-400 implica trasferimento parziale tecnologia alla Turchia
Erdogan: S-400 in arrivo in Turchia
Tags:
Sistema antiaereo S-400, Patriot
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik