Widgets Magazine
06:04 24 Ottobre 2019
Il monumento ai legionari delle Ss

In Estonia cercano di ripristinare monumento ai legionari delle Ss

© Sputnik . Timur Nisametdinov
Mondo
URL abbreviato
7727
Seguici su

I militanti del Partito Popolare Conservatore Estone (Eesti Konservatiivne Rahvaerakond, EKRE - ndr) intendono ripristinare il monumento alle SS nel villaggio di Lihula.

Lo scrive il giornale in lingua estone Lääne Elu.

L'iniziativa è portata avanti da un rappresentante locale del partito nazional-popolare. Ha inviato la richiesta all'amministrazione locale con la richiesta di chiarire se il proprietario del monumento smantellato sia l'unità amministrativa della zona.

In precedenza l'Unione dei combattenti per la libertà dell'Estonia aveva rivendicato i propri diritti sul monumento, sottolineando che sono stati i suoi partecipanti, ex uomini delle Ss naziste, ad aver raccolto i fondi e commissionato l'opera.

Il monumento ai legionari Ss

Tuttavia il monumento era posto in territorio pubblico per diverso tempo, pertanto secondo le leggi estoni appartiene allo Stato.

Il monumento ai legionari della 20esima divisione Ss estone era stato eretto a Lihula il 20 agosto 2004. Sulla pietra era raffigurato un soldato in uniforme tedesca, con una croce di ferro tedesca e una mitragliatrice tedesca tra le mani.

L'iscrizione sotto il bassorilievo recitava: "Estoni che combatterono nel 1940-1945 contro il bolscevismo e per il ripristino dell'indipendenza estone".

Al momento dell'inaugurazione del monumento nessun funzionario ufficiale estone era presente.

Il monumento ha provocato le proteste tra la popolazione russofona del Paese. La corrispondente nota era stata inoltrata a Tallin dal ministero degli Esteri della Russia. Il governo estone aveva sancito che non è possibile erigere monumenti nel Paese,

"il cui significato e senso possono essere interpretati come un tentativo di far rivivere la memoria dei regimi totalitari che hanno occupato il Paese".

Il 2 settembre 2004 il monumento era stato smantellato.

Tags:
Monumento, Storia, Paesi Baltici, Nazismo, Estonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik