03:48 31 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
4281
Seguici su

Nel corso di un incontro con il ministro della Difesa Sergey Shoygu, il presidente russo Vladimir Putin ha fatto le sue condoglianze alle famiglie dei 14 marinai morti per le conseguenze di un incendio scoppiato a bordo di un batiscafo scientifico nell'Oceano Pacifico.

Secondo quanto riportato dal Ministero della Difesa russo, nelle acque territoriali della Russia il 1° luglio è scoppiato un incendio in un batiscafo di ricerca: a causa delle esalazioni 14 marinai sono rimasti uccisi. Il comitato investigativo ha avviato le indagini.

"Porgo le mie più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime", ha detto Putin durante un incontro con il ministro della Difesa Sergey Shoygu.

"Dei 14 deceduti sette erano capitani di primo rango, e due erano Eroi della Russia. E' una grossa perdita", ha aggiunto il presidente russo.

Ha sottolineato che l'equipaggio era costituito da professionisti altamente specializzati.

Il presidente ha ordinato al ministro della Difesa russo Sergey Shoigu di recarsi personalmente a Severomorsk e di ascoltare i rapporti sulle cause dell'incidente avvenuto a bordo del batiscafo scientifico.

"Le chiedo di andare personalmente a Severomorsk e ascoltare i rapporti", ha detto Putin a Shoygu.

Il presidente russo ha anche sottolineato che al suo arrivo Shoygu dovrebbe seguire personalmente la situazione e gli ha ordinato di provvedere affinchè siano disposte misure di sostegno alle famiglie dei 14 marinai deceduti.

"Dobbiamo fare tutto per aiutarli e sostenerli", ha detto Putin nell'incontro con il ministro della Difesa Sergey Shoygu.

L'incidente si è verificato il 1° di luglio. Attualmente il sommergibile colpito dall'incendio si trova a Severomorsk, sede del quartier generale della Flotta del Nord russa.

Correlati:

Incendio in un batiscafo scientifico nel Pacifico, 14 morti - ministero Difesa
Tags:
Vladimir Putin, Sergej Shoigu
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook