Widgets Magazine
00:38 18 Agosto 2019

Ingegneri svizzeri apprendono come estrarre cherosene dall'aria

© Sputnik . Vladimir Sergeev
Mondo
URL abbreviato
Tecnologia (43)
1110

Sul tetto di un'università svizzera c'è un'installazione che produce mezzo bicchiere di cherosene al giorno dall'aria mediante lo sfruttamento dell'energia solare.

Pannelli solari su un'area di un chilometro quadrato possono produrre 20mila litri di cherosene al giorno. In futuro questa tecnologia potrebbe soddisfare pienamente la domanda di carburante dell'aviazione mondiale. Per ottenere il carburante degli aerei non servirà più il petrolio con questa tecnologia.

Se l'aviazione e il trasporto marittimo vogliono diventare rispettosi dell'ambiente, hanno bisogno di carburante ad emissioni zero.

Il sistema, creato dagli ingegneri della Scuola di tecnologia svizzera di Zurigo, estrae dall'aria acqua e anidride carbonica, che poi scinde mediante l'energia solare. Questo processo produce gas sintetico - una miscela di idrogeno e monossido di carbonio, che viene poi convertita in cherosene, metanolo o altri idrocarburi.

Questi combustibili possono essere utilizzati nelle infrastrutture di trasporto esistenti, scrive Futurity.

Secondo i partecipanti al progetto, un impianto fotovoltaico su un'area di circa un chilometro quadrato può produrre 20.000 litri di cherosene al giorno. Pannelli solari estesi su una superficie di dimensioni pari ad un terzo del deserto del Mojave sarebbero in grado di produrre il cherosene necessario a soddisfare la domanda dell'aviazione mondiale.

Secondo Raphaël Schoentgen, capo dell'organizzazione Hydrogen Advisors, l'era del combustibile a idrogeno è già iniziata.

L'energia eolica e solare è già 2-3 volte più economica rispetto agli idrocarburi, inoltre più è basso il costo dell'energia elettrica più è economica la produzione di idrogeno.

Tema:
Tecnologia (43)
Tags:
Scienza e Tecnica, Tecnologia, Aviazione, Economia, Svizzera, Energia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik