20:20 04 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
460
Seguici su

Mosca pagherà immediatamente un contributo al bilancio dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, ha dichiarato il viceministro degli esteri Alexander Grushko.

"Abbiamo già affermato che non appena verranno ripristinati i diritti (della delegazione russa all’APCE), pagheremo, lo faremo in modo tempestivo", ha ricordato.

Mercoledì, l'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa ha confermato pienamente i poteri della delegazione russa.

Cinque anni fa i diplomatici russi sono stati privati dei loro diritti nell’ambito dell’APCE a causa degli eventi della Crimea nel 2014. Nel 2017 la Russia ha smesso di pagare il suo contributo al bilancio dell’organizzazione il che ha creato una serie di problemi finanziari per l’APCE.

Un ritorno non facile

Nella primavera del 2019 l’APCE ha preparato una risoluzione nella quale ha invitato Mosca e ritornare, cosa che ha creato forte malcontento tra i membri dell’assemblea ucraini, georgiani e britannici, i quali hanno preparato più di 200 modifiche al documento. Ma di questi emendamenti solo uno è stato approvato mentre le votazioni sono andate a favore della Russia.

Successivamente l’Ucraina ha chiesto che si rinunciasse alla restituzione dei poteri ai membri russi dell’APCE, cosa che però non ha trovato sostegno da parte degli altri membri. Dunque la Russia è tornata a far parte dell’APCE in toto.

Correlati:

Apce ripristina i poteri della delegazione russa
APCE invita ufficialmente la Russia alla sessione di giugno
Molti paesi a favore di risoluzione per ritorno della Russia nell’APCE
Tags:
APCE, Consiglio d'Europa, Consiglio d'Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook