Widgets Magazine
11:23 22 Agosto 2019
I soldati della NATO alla cerimonia dell' apertura delle esercitazioni 'Saber Strike 2015' in Lituania.

NI: la Lituania si prepara, senza reali motivi, alla guerra con la Russia

© AP Photo / Mindaugas Kulbis
Mondo
URL abbreviato
6124

Le probabilità di un attacco russo alla Lituania sono basse, ma nella repubblica baltica cresce la paranoia e aumentano i preparativi alla guerra. Ne parla la rivista statunitense The National Interest.

La Lituania, osserva la pubblicazione, guarda con estrema preoccupazione alla modernizzazione dell'esercito russo, incorso negli ultimi cinque anni, e per il rafforzamento delle apparecchiature difensive nella oblast di Kaliningrad. Le autorità lituane comprendono che le probabilità di un attacco da parte della Russia sono scarse, ma alcuni ritengono ancora che Mosca consideri i Paesi Baltici dei "territori temporaneamente persi".

Quindi, secondo il ministero della difesa lituano, la Russia potrebbe scatenare un massiccio attacco terrestre sia dalla oblast di Kaliningrad che dalla Bielorussia, utilizzando anche le truppe e i mezzi del Distretto militare occidentale.

La pubblicazione osserva che, attualmente, la Lituania è in grado di mobilitare solo 14.000 soldati effettivi, 5000 volontari e 1300 soldati della NATO. Inoltre, negli ultimi sei anni, la repubblica baltica ha triplicato il bilancio militare, portandolo al 2% del PIL.

In caso di guerra, la Lituania assumerà una posizione difensiva e aspetterà i rinforzi della NATO. I ministeri della difesa e dei trasporti stanno lavorando per velocizzare i tempi di accesso delle forze alleate nel territorio dello stato, ampliando il porto di Klaipeda e migliorando la linea ferroviaria proveniente dalla Polonia.

Inoltre, oltre alle forze della NATO, la Lituania spera nel dispiegamento sul suo territorio delle truppe statunitensi. Pertanto, la brigata corazzata con sede negli Stati Uniti potrebbe trasferirsi periodicamente nella repubblica baltica.

In precedenza il Consiglio di sicurezza russo ha denunciato l'accumulo delle forze NATO ai confini della Russia. Secondo il vice segretario del Consiglio di sicurezza Mikhail Popov, in due anni il loro numero è aumentato da 25.000 a 40.000 soldati. I politici occidentali, principalmente quelli dei Paesi Baltici e della Polonia, parlano costantemente di "minaccia russa". Mosca ha sempre affermato che la Russia non intende attaccare nessuno. Il ministro degli esteri russo, Sergei Lavrov, sostiene che la NATO è ben consapevole dell'assenza di tali piani da parte di Mosca, ma lo usa come pretesto per espandere la sua presenza vicino ai confini russi.

Correlati:

Redattore capo di Sputnik Lituania racconta i dettagli del suo fermo a Vilnius
Imbarcazione lituana con matrimonio a bordo viola i confini russi
Conservatori lituani chiedono all'Adidas di non vendere vestiti con simboli sovietici
Tags:
The National Interest, guerra, NATO, Russia, Lituania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik