Widgets Magazine
03:13 21 Luglio 2019
Ragazza cammina con un bicchiere di caffè take-away

Bere caffè fa davvero dimagrire?

© Fotolia / Nd3000
Mondo
URL abbreviato
230

Una bella notizia per chi non può vivere un solo giorno senza una o due tazze di caffè: i ricercatori ritengono che questa bevanda possa aiutare a dimagrire.

Gli esperti hanno scoperto che il caffè stimola un tipo di grasso che brucia le calorie per generale calore, e quindi berla potrebbe aiutare a perdere peso.

Il Professor Michael Symonds, della Facoltà di Medicina dell’Università di Nottingham, ha spiegato che il tessuto adiposo bruno stimolato dal caffè è diverso dal tessuto adiposo bianco, che risulta da un eccesso di calorie. I soggetti con un indice di massa corporea inferiore hanno una maggiore quantità di “grasso bruno”.

Il Prof. Symonds ritiene che i risultati della ricerca sugli effetti del caffè, pubblicati su Scientific Reports, potrebbero essere importanti per contrastare obesità e diabete.

“Il grasso bruno funziona in modo diverso dagli altri grassi nell’organismo e produce calore bruciando zuccheri e grassi, spesso in risposta al freddo. Un aumento della sua attività implica il miglioramento del livello di zucchero nel sangue, un miglioramento del livello di grassi nel sangue e l’eliminazione delle calorie in eccesso aiuta a perdere peso”, spiega l’esperto.

Utilizzando la tecnica della termografia i ricercatori hanno rintracciato le riserve di tessuto adiposo bruno nell’organismo, che emettevano calore.

“Dai nostri lavori precedenti sapevamo che il grasso bruno è localizzato principalmente nella zona del collo, così abbiamo potuto esaminare il soggetto subito dopo che aveva bevuto per vedere se il grasso bruno era diventato più caldo”, ha detto il Prof. Symonds.

“Il risultato è stato positivo e ora dobbiamo accertarci se sia la caffeina ad agire come stimolo o se ci siano altri componenti che inducono l’attivazione del grasso bruno. Ora stiamo esaminando i sostituti del caffè per vedere se l’effetto è simile”.

Creato algoritmo per ottimizzare il consumo di caffè

“Una volta che avremo confermato quale componente sia responsabile del fenomeno, potenzialmente questa componente potrebbe essere usata come parte di un regime di controllo del peso o di un programma per la regolazione del glucosio per aiutare a prevenire il diabete”, ha concluso il Prof. Symonds.

Ma il caffè non solo aiuta a dimagrire: esperimenti condotti su volontari hanno dimostrato che anche solo pensare al sapore e all’aroma rinvigorente di una tazzina di caffè fa aumentare il battito cardiaco e la concentrazione.

Correlati:

I medici: non sottovalutate gli effetti pericolosi del caffè
Bere il caffè ogni mattina può essere pericoloso - il parere degli esperti
Creato algoritmo per ottimizzare il consumo di caffè
Tags:
dieta, diabete, Ricerca scientifica, caffè
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik