Widgets Magazine
16:01 16 Luglio 2019

Trump minaccia attacco di rappresaglia contro Iran

© AP Photo / Evan Vucci
Mondo
URL abbreviato
L'escalation delle tensioni tra USA e Iran (53)
17331

Trump ha minacciato di attaccare l'Iran per rappresaglia per qualsiasi aggressione di Teheran "contro qualsiasi cosa americana" dopo le dichiarazioni di Teheran sulle nuove sanzioni.

Martedì il presidente Donald Trump ha minacciato di attaccare l'Iran per rappresaglia per qualsiasi aggressione di Teheran "contro qualsiasi cosa americana", dopo che l'Iran ha annunciato che le nuove sanzioni statunitensi hanno precluso qualsiasi soluzione diplomatica e dopo aver definito le azioni della Casa Bianca "mentalmente ritardate".

"La dichiarazione molto ignorante e offensiva dell'Iran, pubblicata oggi, mostra solo che non capiscono la realtà: qualsiasi attacco da parte dell'Iran a qualcosa di americano scatenerà una forza enorme e travolgente. In alcune aree, travolgente significherà distruzione totale", ha detto Trump in un post su Twitter.

Il presidente americano ha inoltre sostenuto che l'Iran presumibilmente comprende solo la "forza e il potere", che ha promesso di usare se necessario, invece della "compassione", riferendosi all'enorme budget militare americano nel suo tweet. Ha anche criticato l'approccio alle relazioni bilaterali con l'Iran, utilizzato dalla precedente amministrazione americana guidata da Barack Obama, la quale ha negoziato un accordo nucleare con Teheran che revocava le sanzioni e che assicurava la natura pacifica del suo programma nucleare.​

In precedenza, il presidente iraniano Hassan Rouhani ha dichiarato che le sanzioni contro Teheran mostrano la "disperazione" dell'amministrazione USA, definendo la Casa Bianca "mentalmente ritardata". Rouhani ha sottolineato che le sanzioni contro il leader supremo del Paese, l'Ayatollah Ali Khamenei, sono futili, perché non ha beni all'estero.

La dichiarazione è arrivata dopo che i diplomatici iraniani hanno fortemente criticato la politica degli Stati Uniti nei confronti della Repubblica islamica.

"Imporre sanzioni inutili al leader supremo dell'Iran (Ayatollah Ali Khamenei) e al comandante della diplomazia iraniana (il ministro degli Esteri Mohammad Javad Zarif) è la chiusura permanente del percorso diplomatico", ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri, Abbas Mousavi.


Le forze armate iraniane il 20 giugno hanno abbattuto il drone di ricognizione delle forze armate statunitensi RQ-4. Secondo la versione di Teheran, il velivolo si trovava nello spazio aereo iraniano e i suoi frammenti sono precipitati nelle acque territoriali del paese. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump il 21 giugno ha comunicato che gli USA stavano preparando un’operazione militare che prevedeva l’attacco di tre strutture in territorio iraniano. Secondo le informazioni fornite da lui stesso, 10 minuti prima dell’inizio dell’operazione Trump avrebbe dato l’ordine di non procedere in quanto ha ritenuto la risposta non proporzionale alle azioni di Teheran.

Il 24 giugno Donald Trump ha dichiarato di aver firmato il decreto che impone "sanzioni severe" contro l'Iran.

Tema:
L'escalation delle tensioni tra USA e Iran (53)

Correlati:

Trump: per attaccare l’Iran non mi serve l’approvazione del Congresso
Decisione Trump su Iran divide il Congresso - National Interest
Nuovo accordo nucleare con l'Iran può essere sia bilaterale che multilaterale - Trump
Tags:
attacco, Attacco, Attacco, USA, Iran, Donald Trump
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik