16:22 08 Dicembre 2019
Spazzatura

Il Giappone vuole ripulire l’Asia dalla spazzatura

© AFP 2019 / Chaideer Mahyuddin
Mondo
URL abbreviato
130
Seguici su

Il Giappone ha una grande esperienza per quanto riguarda il riciclaggio e adesso intende condividerla con altri paesi della regione. Bisogna affrettarsi prima che questo mercato promettente venga conquistato dai concorrenti cinesi.

Il riciclaggio e la gestione dei rifiuti sono affari sporchi ma redditizi. Secondo gli analisti finanziari, entro il 2022 solo gli impianti d'incenerimento dei rifiuti porteranno ai loro proprietari 80 miliardi di dollari: il Giappone, che trasforma un terzo dei rifiuti in energia, progetta di trarre il massimo beneficio dalla situazione attuale.

Secondo Quartz, quest'anno il Ministero dell'Ambiente giapponese ha stanziato 18,6 milioni di dollari per creare un partenariato pubblico-privato che si occuperà della conclusione di contratti per il riciclaggio. Il consorzio comprenderà rappresentanti di autorità municipali e aziende come Hitachi Zosen, JFE Engineering e Mitsubishi Heavy Industries.

I principali clienti dovrebbero diventare i paesi del sud-est asiatico, che stanno vivendo una vera e propria crisi dei rifiuti.

L'obiettivo principale della creazione di un consorzio è tentare di conquistare il mercato regionale prima della Cina. Tuttavia, a differenza dei vicini, i giapponesi non intendono semplicemente costruire centrali elettriche funzionanti grazie ai rifiuti. Secondo il piano del ministero, il consorzio fornirà piani completi di gestione dei rifiuti. Il pacchetto di servizi comprenderà sistemi di smaltimento dei rifiuti, formazione del personale e riciclaggio.

Per ogni caso, verrà sviluppato un programma speciale. Ad esempio, l'approccio alla raccolta dei rifiuti nelle città delle Filippine sarà diverso dal trattamento delle acque reflue in Vietnam e Indonesia.

Già oggi dei progetti pilota sono operativi in ​​10 paesi della regione, tra cui Singapore, Thailandia, Indonesia e Vietnam.

Il piano globale del ministero sarà annunciato al summit G20 di Osaka il 28 e 29 giugno. Il focus dell'incontro di quest'anno sarà sull'ambiente e l'energia, con particolare attenzione ai cambiamenti climatici e all'inquinamento della plastica.

 

 

Correlati:

Putin: cittadini russi preoccupati da reddito, sanità e spazzatura
Oriente dichiara “guerra della spazzatura” all’Occidente
Riforma della spazzatura in Russia, Putin la terrà personalmente sotto controllo
Tags:
mercato, mercato, tecnologie, Tecnologia, tecnologia, rifiuti, rifiuto, Rifiuto
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik