Widgets Magazine
02:38 17 Luglio 2019
NATO

Rapporto: conflitto NATO-Russia improbabile ma possibile

© REUTERS / Ints Kalnins
Mondo
URL abbreviato
5119

L’ultimo rapporto del NATO Defence College, intitolato “Why the Baltics matter. Defending NATO’s North-Eastern border”, sostiene che un conflitto militare tra la Russia e la NATO è improbabile, ma ancora possibile.

Il documento rileva la necessità di inviare un maggior numero di soldati americani nei Paesi Baltici, poiché la Russia potrebbe usarli per "distruggere l'architettura della sicurezza europea".

La Russia ha mai cercato di entrare nella NATO?

"Negli ultimi dieci anni, la Federazione Russa ha dimostrato la sua intenzione di sconvolgere l'architettura della sicurezza europea: il rischio di un conflitto militare tra NATO e Russia è basso, ma non possiamo non considerarlo possibile. Il potenziale di deterrenza dell'Alleanza nei Paesi Baltici deve essere rafforzato con l'invio di truppe statunitensi nel Mar Baltico. Lo spiegamento dell'esercito dovrebbe integrare gli accordi esistenti per espandere la presenza avanzata", si legge nel rapporto.

In precedenza il Congresso degli Stati Uniti ha proposto di offrire ai paesi membri della NATO dell'Europa orientale, che continuano ad usare armi sovietiche, dei finanziamenti per l'acquisto di armamenti americani. I politici occidentali, inclusi gli alti funzionari della NATO, parlano costantemente della "minaccia russa", malgrado Mosca abbia ripetutamente sottolineato che la Russia non intende attaccare nessuno. Secondo il ministro degli esteri russo, Sergey Lavrov, la NATO ne è consapevole, ma sta sfruttando l'occasione per aumentare la sua presenza vicino ai confini russi.

NATO: osserviamo molto attentamente Russia e Cina in Europa

Correlati:

Nel weekend intercettati caccia russi da aerei britannici NATO in Estonia
Militare morto durante esercitazioni NATO in Bulgaria
Video: Una nave da sbarco polacca resta danneggiata durante esercitazioni NATO
Tags:
Difesa, Sicurezza, Rapporto, conflitto, Russia, NATO
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik