Widgets Magazine
18:48 21 Luglio 2019
Donald Trump (foto d'archivio)

Trump: raid mirati in Iran fermati a 10 minuti dal via

© AP Photo / Evan Vucci
Mondo
URL abbreviato
L'escalation delle tensioni tra USA e Iran (58)
11231

Gli Stati Uniti erano pronti ad effettuare attacchi aerei mirati contro tre obiettivi in ​​Iran, ma all'ultimo momento l'operazione è stata annullata. Lo ha fatto sapere oggi il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

"Eravamo pronti a far pagare con tre diverse strutture. Quando ho chiesto quante persone sarebbero morte: "150 persone, signore," ha detto un generale. Prima di lanciare l'attacco l'ho fermato: era sproporzionato per la distruzione di un drone", ha twittato l'inquilino della Casa Bianca.

​Allo stesso tempo Trump ha comunicato che gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni unilaterali contro l'Iran. Il presidente degli Stati Uniti non ha chiarito la natura delle nuove misure afflittive contro Teheran.

"Non ho fretta, le nostre forze armate sono rigenerate e pronte ad intervenire, non hanno affatto eguali al mondo. Le sanzioni fanno male e ieri sera ne sono state aggiunte di nuove", ha riferito Trump.

Inoltre ha avvertito che gli Stati Uniti non permetteranno all'Iran di dotarsi di armi nucleari.

"L'Iran non può mai avere un'arma nucleare - né contro gli Stati Uniti né contro il mondo," - ha sottolineato il presidente americano.

Ancora una volta ha criticato il piano d'azione globale congiunto elaborato dai cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite più la Germania con l'Iran. "

Obama ha fatto per disperazione un terribile accordo con l'Iran, gli ha dato 150 miliardi di dollari più 1,8 miliardi $ in contanti. Gli iraniani avevano seri problemi e li ha aiutati. Ha spianato loro la strada per il rapido sviluppo di armi nucleari!", - ha sostenuto Trump.

 

Tema:
L'escalation delle tensioni tra USA e Iran (58)
Tags:
esercito USA, Bombardamenti, Medio Oriente, situazione in Medio Oriente, Iran, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik