03:19 05 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
0 11
Seguici su

La giovane abitante di Toulouse, Francia, per lungo tempo ha ignorato un cancro prendendolo per un normalissimo graffio.

La 35enne Laure Seguy ha notato un graffio di piccole dimensioni sul naso all’inizio del 2018. Inizialmente non vi ha prestato molta attenzione, ma dopo alcuni mesi la piccola ferita non era ancora guarita e ha cominciato a sanguinare.

A ottobre dello stesso anno la donna ha quindi deciso di andare dal medico generico, che ha pensato che si trattasse di un’infezione e le ha prescritto una crema antibatterica. Questa terapia, però, non ha aiutato e Laure ha preso un appuntamento con il dermatologo.

Dopo una lunga attesa lo specialista ha finalmente visitato la paziente e svolto delle analisi, che hanno dimostrato che la donna era affetta da carcinoma basocellulare.

I medici hanno detto che la paziente aveva bisogno di essere operata per rimuovere il tumore, ma lei ha deciso di rimandare di alcuni mesi in quanto stava facendo un corso per diventare insegnante di yoga a Parigi.

Le quattro abitudini di ogni giorno che portano al cancro (secondo gli oncologi americani)

I chirurghi hanno quindi svolto tre operazioni durante le quali hanno rimosso una parte del naso della donna, cambiandone la forma, e hanno trapiantato un frammento di pelle. Quando ha visto il suo nuovo aspetto dopo l’intervento la paziente è rimasta scioccata.

“Gli sconosciuti mi chiedevano se avessi avuto un terribile incidente perché il mio viso era sfigurato. Sembravo un pugile preso a botte sul ring”, ha ammesso la donna.

Prima la donna, dalla pelle olivastra, non utilizzava la crema solare, ma dopo l’accaduto ha cambiato il suo atteggiamento ed è più attenta alla cura della pelle. I filtri solari inoltre aiutano a prevenire l'invecchiamento precoce.

Correlati:

Filtro solare: come non invecchiare prima del tempo
Per evitare il cancro intestinale mangia questo prodotto due volte alla settimana
Medici svelano perché gli smartphone sono dannosi
Tags:
Francia, Salute, pelle, cancro
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook