Widgets Magazine
16:20 24 Agosto 2019
Middle East

Il sito ufficiale Immigration New Zealand pubblica mappa senza Israele

© Foto : Pixabay
Mondo
URL abbreviato
580

L'Istituto israeliano della Nuova Zelanda ha chiesto scuse immediate per la mappa incriminata e conferma che non riflette la politica del governo neozelandese.

Immigration New Zealand, il sito web ufficiale del governo, ha pubblicato una scheda con una mappa del Medio Oriente che mostrava la Palestina e Gerusalemme Est, ma non Israele, secondo il Times of Israel. Un fiume di lamentele sui social media ha portato alla rimozione della pagina web, con solo gli screenshot rimanenti.

L'Istituto israeliano della Nuova Zelanda, oltraggiato, ha chiesto una ritrattazione della mappa.

"Il più ovvio degli errori era una mappa che etichettava l'intera Israele moderna come 'Palestina'", ha affermato la direttrice dell'istituto, Ashley Church.

"Questo è incredibilmente offensivo e sarebbe come se Immigration New Zealand mostrasse una mappa del Regno Unito senza la Scozia e il Galles e che si riferisca all'intera Gran Bretagna come Inghilterra".

Nelle informazioni sugli immigrati palestinesi in Nuova Zelanda, il foglio informativo avrebbe identificato Gerusalemme Est come "la capitale designata dello Stato di Palestina".

​Secondo quanto riferito, non si fa menzione del terrorismo palestinese, ma la pagina fa riferimento a Israele come alla "massiccia repressione dei palestinesi" durante la seconda intifada.

Si dice che la pagina, che è stata rimossa, abbia menzionato le "sanzioni economiche e un blocco d’Israele sulla Gaza controllata da Hamas".

"Il nostro ministro per l'immigrazione deve immediatamente scusarsi per l'immagine incriminante e confermare che non riflette la politica del governo; Immigration New Zealand deve rilasciare una dichiarazione che confermi che il sito web non rappresenta le opinioni del Ministero; e un'indagine deve essere avviata per scoprire chi era responsabile e per mettere in atto misure per garantire che ciò non accada di nuovo", ha detto Church.

Correlati:

Palestina rifiuta “l’accordo del secolo” USA per la risoluzione del conflitto con Israele
Netanyahu: Israele non permetterà schieramento di basi nemiche presso confini
Nuovo insediamento israeliano viene chiamato "Ramat-Trump"
Tags:
Errori, errore, Nuova Zelanda, Gerusalemme Est, Gerusalemme
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik