Widgets Magazine
20:02 20 Settembre 2019
Confine tra Usa e Messico

Trump: deportazione di massa di immigrati inizia la prossima settimana

© AP Photo / Christian Torres
Mondo
URL abbreviato
351
Seguici su

Il presidente USA Donald Trump con un tweet ha promesso di mandare via dal paese “milioni di stranieri clandestini”. L’agenzia federale per il controllo e la sicurezza delle frontiere e dell'immigrazione avvierà la deportazione la prossima settimana.

“La prossima settimana la United States Immigration and Customs Enforcement (l’agenzia federale per il controllo e la sicurezza delle frontiere e dell'immigrazione, ndr) comincerà il processo di deportazione di milioni di stranieri clandestini che sono penetrati illegalmente negli Stati Uniti”, ha scritto Trump, aggiungendo che gli immigrati “saranno mandati via tanto velocemente quanto sono arrivati”.

Trump ha anche informato che il Guatemala è pronto a firmare un accordo sul rifugio ai cittadini de paesi del terzo mondo che prevedrà che i migranti ricevano asilo nel primo paese in cui entrano.

Il capo della Casa Bianca ha accolto con approvazione l’irrigidimento delle leggi sull’immigrazione operato dalle autorità messicane, le cui azioni a riguardo aveva recentemente criticato.

Trump ha per l’ennesima volta esortato i democratici al Congresso a votare a favore di una riforma della politica dell’immigrazione del paese. “Se questo accadrà, la crisi di frontiera presto terminerà”, ha sottolineato.

In precedenza il politico messicano Alejandro Encinas, vice ministro degli Interni messicano per le questioni legate alla migrazione e al rispetto dei diritti umani, aveva dichiarato che circa 50 mila migranti che contano di ricevere asilo negli USA potrebbero essere reindirizzati in Messico, dove risiederanno per diversi mesi, in attesa che le autorità messicane e statunitensi esaminino i loro documenti secondo l’accordo firmato dai due paesi.

Secondo le condizioni dell’accordo, siglato a Washington il 7 giugno, il Messico deve adottare delle misure per porre fine all’immigrazione illegale negli Stati Uniti. A questo scopo le autorità della repubblica dovranno collocare dei reparti della propria Guarda nazionale presso il confine meridionale e combattere contro le organizzazioni coinvolte nella tratta di esseri umani.

A causa della crisi migratoria sul confine tra i due paesi, il 30 maggio Trump ha minacciato di introdurre a partire dal 10 giungo dazi del 5% sulle merci provenienti dal Messico. Il presidente USA ha avvertito che le tariffe potranno crescere del 5% ogni mese fino a ottobre dell’anno corrente. Dopo che i rappresentanti dei due paesi hanno trovato un accordo la Casa Bianca ha dichiarato che l’imposizione dei dazi è sospesa per un periodo indeterminato.

Correlati:

Trump mostra ai giornalisti le carte segrete dell'accordo con il Messico
Usa, Trump lavora a nuovo piano per modficare leggi su immigrazione
Trump: per il confine Usa fa più il Messico che i democratici
Tags:
Immigrazione clandestina, emergenza immigrazione, Immigrazione illegale, Immigrazione, Messico, USA, Donald Trump
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik