Widgets Magazine
01:07 17 Settembre 2019

Conservatori lituani chiedono all'Adidas di non vendere vestiti con simboli sovietici

© Foto: adidas America Inc.
Mondo
URL abbreviato
4024
Seguici su

Esponenti della destra lituana si sono rivolti alla multinazionale tedesca Adidas con la richiesta di togliere dal mercato le magliette con simboli sovietici, riporta l'edizione lituana di Sputnik.

L'abbigliamento sportivo rosso con la scritta "CCCP" è stato notato dagli utenti dei social network notato nel negozio londinese dell'Adidas.

L'appello è stato sostenuto dal leader del partito dell'Unione della Patria - Democratici Cristiani di Lituania (TS-LKD) Gabrielius Landsbergis e dalla vicepresidente del partito Radvilė Morkūnaitė-Mikulėnienė.

Secondo loro, molti Paesi europei vietano l'uso di simboli sovietici e nazisti. I politici lituani hanno chiesto alla multinazionale tedesca di assicurarsi che tutta la loro merce con gli stemmi sovietici venga rimossa dai negozi ufficiali Adidas.

Lo scorso anno in Lituania erano già state espresse lamentele per la presenza di simboli sovietici nel negozio dell'Adidas.

"C'è ancora chi soffre della "nostalgia per l'impero", ma in qualche modo è inaspettato che tra di loro ci sia la ben nota società @adidas", si legge in un tweet del ministero degli Esteri lituano.

Guardare per credere: il canale YOUTUBE di Sputnik Italia

L'ambasciatore lituano negli Stati Uniti Rolandas Krisciunas ed un gruppo di eurodeputati lettoni ed estoni avevano fatto appello alla rete commerciale americana Walmart e ad Amazon con la richiesta di ritirare dalla vendita le magliette con i simboli sovietici.

Tags:
Lituania, Paesi Baltici, Società, Commercio, Adidas, URSS, Russofobia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik