Widgets Magazine
01:53 16 Luglio 2019
US Dollar

A causa di Trump gli europei cercano di sfuggire alla dittatura del dollaro - Foreign Policy

CC0
Mondo
URL abbreviato
0 70

L'America ha utilizzato attivamente le sanzioni in passato, beneficiando del fatto che il dollaro è estremamente importante per il sistema finanziario internazionale. Ma se prima era uno strumento di influenza sui nemici, ora gli Stati Uniti stanno cercando di influenzare i propri alleati, scrive Foreign Policy.

I paesi europei cercano di trovare un'alternativa al dominio finanziario americano, ma come si è scoperto, è molto più facile ideare un piano che metterlo in pratica, scrive Foreign Policy. Tuttavia, questo non significa che gli europei rinunceranno ai loro tentativi, cosa che per gli Stati Uniti è una minaccia reale.

Inizialmente, l'Europa si è ribellata agli Stati Uniti quando Donald Trump decise di ritirarsi unilateralmente dall'accordo con l'Iran, cosa che danneggia gli imprenditori europei. Ma da allora, Washington ha adottato una serie di misure che "terrorizzano amici e nemici" dell'America. Così, oltre all'Iran, al Venezuela, alla Russia e al progetto Nord Stream 2, la Turchia, la Cina e persino il Messico sono finiti sotto gli occhi degli Stati Uniti, nei confronti del quale gli USA vogliono forzare a cambiare la propria politica migratoria.

Secondo gli esperti, gli Stati Uniti dagli anni '90 hanno usato la loro posizione dominante nel sistema finanziario, ma ora la differenza è che l'amministrazione Trump agisce sugli alleati, non sui nemici, per costringerli a cambiare le loro politiche.

E tutta questa intimidazione diventa possibile perché il dollaro è la valuta di riserva mondiale e la principale valuta per le transazioni interstatali. Gli esperti temono che con un tale abuso di meccanismi finanziari, gli Stati Uniti spingeranno l'Europa a creare un'alternativa al sistema finanziario americano, che inevitabilmente indebolirà gli USA.

Quindi, anche se la quota dell'euro nei pagamenti interstatali rimane allo stesso livello, meno di un terzo, la presenza della moneta europea nei sistemi di riserva mondiale sta crescendo. Gli esperti osservano che le banche centrali di alcuni paesi si liberano del dollaro per timore di sanzioni unilaterali.

Ma il problema è che il dollaro ha dominato il sistema internazionale per 70 anni, e rimane un elemento chiave delle transazioni finanziarie. Per questa ragione l'Europa non può eludere le sanzioni statunitensi attraverso il sistema di consegna di forniture umanitarie e medicinali all'Iran: le compagnie, anche in Russia e Cina, stanno facendo ciò che è nel loro interesse, senza automaticamente presentarsi al governo. E ora è economicamente più importante usare dollari per loro.

Pertanto, l'Europa sta cercando di creare un sistema euro, per rafforzare la posizione della sua valuta internazionale al fine di salvare l'Europa dall'egoismo unilaterale di altri paesi. Quindi, tra i piani c'è la creazione di una vera unione monetaria, una banca paneuropea e un mercato dei capitali per usare il dollaro meno frequentemente nel campo dell'energia, perché sebbene l'Europa sia il più grande importatore di risorse energetiche, paga queste ultime con la valuta statunitense.

Ma finora l'Europa ha difficoltà a rafforzare la propria valuta. Secondo gli esperti, il problema principale è che i mercati dei paesi europei sono segmentati a causa dei confini nazionali. Quindi hanno bisogno di una migliore integrazione per adeguarsi a quelle americane.

Gli Stati Uniti e l'Europa hanno avuto conflitti prima. Ma ora l'America sta aggressivamente usando la sua forza finanziaria anche contro i suoi alleati più stretti, quindi un gioco completamente nuovo sta venendo fuori e le sue conseguenze possono essere a lungo termine, avverte l'autore dell'articolo nella politica estera.

Correlati:

Russia e UE verso transazioni finanziarie senza il dollaro americano: parla un eurodeputato
Maduro: libereremo il Venezuela dal dollaro
Gli USA investono segretamente miliardi di dollari nell'economia russa
Tags:
Sanzioni USA, Sanzioni, Sanzioni, Donald Trump, America, America, USA, dollaro, dollari
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik