01:34 10 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
206
Seguici su

In precedenza il New York Times aveva pubblicato un articolo in cui si affermava che i servizi segreti statunitensi avevano incrementato significativamente i tentativi per contagiare con programmi dannosi la rete energetica della Russia.

Il presidente americano Donald Trump ha dichiarato che non corrisponde al vero l'informazione del New York Times secondo cui i servizi segreti statunitensi nell'ultimo anno avrebbero intensificato i cyberattacchi contro la rete energetica russa.

"Riuscite a crederci che il decadente New York Times abbia pubblicato un articolo in cui si afferma che gli Stati Uniti hanno aumentato in modo significativo agli attacchi informatici contro la Russia", ha scritto Trump su Twitter.

Trump ha aggiunto che considera l'articolo "in realtà un tradimento" di "un giornale una volta grande", che ha così disperatamente bisogno di "notizie sensazionali, anche se danneggiano il Paese".

​"Inoltre non è vero", ha aggiunto.

Trump ha dichiarato che "oggi i media corrotti sono pronti a tutto". "Faranno o diranno qualsiasi cosa senza pensare alle conseguenze", ha aggiunto il presidente americano. "Sono dei vigliacchi e, senza dubbio, sono nemici del popolo!"

​L'articolo del New York Times afferma, citando fonti, che Washington ha intensificato i tentativi per inserire virus nel sistema energetico russo nell'ultimo anno. Grazie a questi programmi, gli Stati Uniti potrebbero raccogliere informazioni sul sistema energetico russo e presumibilmente disattivarne alcuni elementi.

Correlati:

NYT: aumentano i cyberattacchi americani contro il sistema energetico russo
Tags:
Servizi segreti USA, Energia, hacker, guerra ibrida, Russia, USA, New York Times, Donald Trump
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook