02:54 17 Giugno 2019
Caffè

Creato algoritmo per ottimizzare il consumo di caffè

CC0 / Pixabay
Mondo
URL abbreviato
101

Un team di ricercatori americani ha sviluppato un software che consente di creare un programma individuale per il consumo ottimale di bevande contenenti caffeina per avere la massima efficacia dell'assunzione di questa sostanza. I risultati della ricerca sono stati presentati sulle pagine di Sleep.

Nel nostro organismo la caffeina si lega ai recettori dell'adenosina. Quest'ultima è contemporaneamente contenuta nel DNA, nell'RNA e in alcune altre importanti biomolecole, inoltre può legarsi alle proteine sulla superficie dei neuroni (cellule cerebrali - ndr) e aumentarne la soglia di attivazione. Da questo momento le cellule trasmettono raramente segnali stimolatori, che consentono ad una persona di entrare nella fase di sonno. La caffeina interagisce con questi recettori per sostituire l'adenosina e inibisce la loro capacità di inibire il sistema nervoso.

La caffeina è lo stimolante più comune per combattere gli effetti della mancanza di sonno. Tuttavia, per l'efficacia e la sicurezza d'uso, la dose necessaria di questo stimolatore dovrebbe essere assunta al momento opportuno.

Utilizzando diversi scenari di mancanza di sonno e orari sballati, i ricercatori hanno sviluppato una guida per il consumo di caffeina. L'utente inserisce nel programma i periodi di attività desiderati, il livello di veglia e la dose massima consentita di caffeina. In risposta, l'algoritmo valuta l'effetto del sonno e del consumo di caffeina sulla veglia dell'utente e sviluppa programmi di sonno personale e pause caffè, ottimizzando i benefici del consumo di caffeina.

I ricercatori hanno testato l'efficacia dell'algoritmo confrontandolo con le istruzioni e le linee guida elaborate per l'esercito americano. La loro analisi ha mostrato che le soluzioni proposte dall'algoritmo richiedevano una media del 40% di caffeina in meno ed hanno aumentato l'attenzione del 40%. Gli sviluppatori hanno reso libero l'accesso dell'algoritmo per i neuroscienziati e gli utenti ordinari.

Tags:
Salute, Scienza e Tecnica, Società, caffè
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik