11:02 15 Novembre 2019

Kosovo, ONU: violata l'immunità dello staff della missione UNMIK

© REUTERS / Laura Hasani
Mondo
URL abbreviato
561
Seguici su

L’arresto di due membri della United Nations Interim Administration Mission in Kosovo (UNMIK) da parte della polizia kosovara è una pale violazione della loro immunità diplomatica. Lo ha dichiarato oggi l'inviato speciale e capo della missione ONU in Kosovo Zahir Tanin in una riunione del Consiglio di sicurezza.

"Innanzitutto, l’immunità dei nostri dipendenti dall'arresto e dalla detenzione non è stata rispettata. L’abuso della forza da parte della polizia kosovara è allarmante. Entrambi i funzionari sono stati maltrattati dopo l’arresto e, a causa dei traumi riportati, è stato necessario il ricovero in ospedale”, ha detto Tanin.

Egli ha sottolineato di aver richiesto ripetutamente il rilascio immediato dei due funzionari e il rispetto dei loro diritti e immunità.

"Questo non sarebbe necessario se le autorità rispettassero l'immunità del personale dell'UNMIK e mantenessero un contatto più diretto con la missione. Tuttavia, ci auguriamo che il dialogo con Pristina possa migliorare e si possa collaborare al fine di chiarire le circostanze degli eventi del 28 maggio", ha concluso Tanin.

Il 28 maggio è stata lanciata un’operazione di polizia nel Kosovo settentrionale contro il crimine organizzato. Diversi gruppi di serbi della zona si sono scontrati con la polizia, per ostacolarne l’avanzamento.

Correlati:

Ministro Esteri Kosovo ha chiesto un'indagine all'ONU contro diplomatico russo picchiato da polizia
Dati del Kosovo su detenzione ispettore russo non coincidono con informazioni missione ONU
Presidente della Serbia ringrazia la Russia per la condanna dei fatti avvenuti in Kosovo
Tags:
ONU, Kosovo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik