Widgets Magazine
08:51 23 Settembre 2019
La linea diretta del presidente Putin

Linea diretta con Putin in programma il 20 giugno

© AP Photo / Pavel Golovkin, Pool
Mondo
URL abbreviato
250
Seguici su

La linea diretta con il presidente russo Vladimir Putin si terrà il 20 giugno, informa il servizio stampa del Cremlino. A partire da domenica 9 giugno i cittadini possono inviare le proprie domande al presidente.

“Il venti giugno 2019 alle ore 12 secondo l’orario moscovita in diretta sui canali televisivi “Pervyj”, “Rossija 1”, “HTB”, “OTR”, “MIR” e alle stazioni radio “Majak”, “Vesti FM” e “Radio Rossii” sarà trasmesso il programma speciale a cadenza annuale Linea diretta con Vladimir Putin”, riporta il comunicato del Cremlino.

L’accettazione delle domande dei cittadini è iniziata domenica 9 giugno alle 8 secondo l’orario moscovita e proseguirà fino alla fine del programma il 20 giugno.

Nell’ambito dell’iniziativa è possibile porre una domanda al capo dello stato al telefono, tramite SMS e MMS, sul sito del programma moskva-putinu.ru o attraverso un’apposita applicazione. Inoltre le richieste saranno accettate sui social network russi VKontakte e Odnoklassniki.

Durante la trasmissione sarà possibile contattare direttamente lo studio tramite le applicazioni “Moskva - Putinu” (Mosca a Putin) e “OK Live”.

Le tradizionali linee dirette con Putin trasmesse in televisione sono apparse durante il primo mandato di Putin. La prima si è tenuta il 24 dicembre 2001 e ha accolto 400 mila domande. Nonostante la diretta sia durata circa 2,5 ore, un’ora in più di quanto programmato, Putin è riuscito a rispondere a sole 46 domande.

Nel 2018 la linea diretta è durata 2 ore e 20 minuti. In studio sono arrivate più di 2 milioni di richieste e il presidente russo ha risposto a 73 domande.

Correlati:

La linea diretta del presidente Putin - video e cronaca testuale
Nuovo formato della linea diretta con Putin
Alla linea diretta con Putin inviate già 225 mila domande
Tags:
Vladimir Putin, presidente, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik