05:58 23 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
291
Seguici su

Il direttore dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, Dmitry Rogozin, è d’accordo con il divieto imposto dagli Stati Uniti all'uso dei missili russi per il lancio dei satelliti militari statunitensi, sebbene ritenga che tali misure siano sbagliate.

La settimana scorsa, il Pentagono ha inserito la Russia nell'elenco dei paesi con cui è vietata la cooperazione per i lanci nello spazio. Questa decisione entrerà in vigore il 31 dicembre 2022.

"Li capisco, avrei fatto la stessa cosa anche io. Anche se... è un peccato che siano ancora coinvolti in tali assurdità", ha detto Rogozin ai giornalisti durante il forum economico internazionale di San Pietroburgo SPIEF 2019.

A suo parere, la data dell’entrata in vigore di questa decisione - il 31 dicembre 2022 - non è stata scelta per caso. Si tratta, innanzitutto, della scadenza per il completamento dell’acquisto, da parte degli Stati Uniti, dei motori a razzo russi; e, secondariamente, la data in cui dovrebbero essere pronte la navicelle spaziali statunitensi, create da SpaceX e Boeing.

"Forse, il 31 dicembre 2022 è la data in cui completeranno effettivamente i test di questa navicella", ha detto Rogozin.

Egli ha osservato che, stando ai requisiti russi, è necessario condurre 18 voli prima che la navicella possa entrare in servizio effettivo.

"Cosa stanno combinando i nostri colleghi americani? Credono davvero che la navicella possa entrare in servizio dopo il primo volo, malgrado ne abbiano già distrutta una… Quando ci propongono dei voli incrociati, ci domandiamo: siamo pronti ad inviare i nostri ragazzi su navicelle che, dal nostro punto di vista, non possono essere certificate er il volo?", ha concluso Rogozin.

Il Forum economico internazionale di San Pietroburgo SPIEF 2019 si tiene dal 6 al 8 giugno.

Correlati:

Roscosmos: la piattaforma Kazachok per ExoMars-2020 consegnata all'Italia per i test
Roscosmos annuncia entrata della Russia nella corsa allo spazio
Roscosmos pubblica il suono delle stelle a neutroni (VIDEO)
Tags:
Spazio, Sanzioni, USA, Dmitry Rogozin, Roscosmos, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook