Widgets Magazine
06:37 17 Settembre 2019
Turista proveniente dagli Emirati Arabi a Ojmjakon, nell'est della Siberia

Che effetto avrà il riscaldamento globale in Siberia? La parola agli esperti

© Sputnik . Ayar Varlamov
Mondo
URL abbreviato
224
Seguici su

Un gruppo di climatologi russi e americani ha svolto uno studio sugli effetti del riscaldamento globale in Siberia, dove già nel 2080 si prevede un clima più mite e condizioni più favorevoli per la vita umana. Lo studio è stato pubblicato su Environmental Research Letters.

“Se, tra le altre cose, non verrà fermata l’emissione dei gas a effetto serra, le temperature a gennaio in Siberia aumenteranno di 9 gradi celsius, il mese di luglio sarà più caldo di 5,7 gradi e il livello delle precipitazioni di alzerà di 140 millimetri. Il risultato è che il clima diventerà più mite e la superficie occupata dai ghiacci perenni si ridurrà del 25% entro il 2080”, ha spiegato la dott.ssa Elena Parfenova dell’Istituto degli studi forestali del Dipartimento Siberiano dell’Accademia russa delle scienze a Krasnojarsk.

Le zone artiche e i ghiacci di montagna restano le regioni più sensibili all’effetto del riscaldamento globale. Negli ultimi anni le temperature medie nella zona polare sono salite di 6-7 gradi. I ricercatori ritengono che in futuro lo scioglimento dei ghiacciai artici porterà a cambiamenti irreversibili nel clima di tutta la Terra.

Le conseguenze principali del riscaldamento sono lo spostamento delle fasce climatiche (e quindi della flora e della fauna) e il cambiamento dei periodi di inizio e fine delle stagioni. Nelle zone artiche russe e canadesi la primavera sta già arrivando due o tre settimane prima della norma e la velocità dello scioglimento dei ghiacciai perenni di fatto è raddoppiata.

Da una parte, spiegano la dott.ssa Parfenova e i suoi colleghi, questi processi avranno un’influenza negativa sull’infrastruttura artica già esistente e potrebbero portare a gravi cambiamenti dell’ecosistema.

D’altra arte i cambiamenti climatici potrebbero rendere molto più facile la vita delle persone, in quanto gli inverni saranno meno rigidi e il suolo più fertile e adatto all’agricoltura.

Le zone della Siberia Orientale, dell’Estremo Oriente, dell’Alaska e dell’Artico canadese possono diventare più attraenti per l’uomo rispetto ai territori del sud, dove regneranno afa e siccità.

“La parte asiatica della Russia resta uno dei luoghi più freddi della Terra. In futuro, quando il clima diventerà più caldo, la produttività di queste terre e la loro capacità di sostenere la popolazione cresceranno notevolmente. Tuttavia ora né in Siberia né nell’Estremo Oriente ci sono le infrastrutture adatte, dalle quali dipenderà la velocità con la quale si arriverà a padroneggiare questi nuovi territori”, concludono i climatologi.

Correlati:

Franco Battaglia: il riscaldamento globale non è causato dall’uomo?
Perchè il riscaldamento globale cresce di più in Russia rispetto ad altre parti del mondo
Siberia: ricercatori creano nanomateriale con proprietà antibatteriche
Tags:
Siberia, Artico, Cambiamenti climatici, clima, Riscaldamento globale
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik