Widgets Magazine
07:39 26 Agosto 2019
Scalatori sull'Everest in coda

L’Everest si è trasformato in una discarica

© AP Photo / Rizza Alee
Mondo
URL abbreviato
0 51

Tonnellate di spazzatura e corpi senza vita trovati da un gruppo di scalatori sulla vetta più alta del mondo.

Una squadra di 20 sherpa, un gruppo etnico del Nepal proveniente dai tibetani, che puliva il monte dai rifiuti accumulatisi, ha trovato quattro cadaveri e raccolto 11 tonnellate di spazzatura.

Gli scalatori hanno raccontato che d’inverno la spazzatura e i corpi di quanti hanno tentato la scalata ma non sono arrivati in cima sono sepolti sotto la neve, ma verso l’estate la neve si scioglie e l’Everest si trasforma in una discarica.

Everest
© AP Photo / Tashi Sherpa, File

Gli sherpa hanno trovato il monte sparso di escrementi, bombolette di ossigeno consumate, tende strappate, funi, scalette rotte e involucri in plastica.

Dall’inizio della stagione delle scalate sull’Everest nel 2019 sono già morti 11 scalatori. L’ex militare nepalese Nirma Purja ha pubblicato su Twitter una fotografia diventata virale che mostra una lunghissima coda di scalatori sulla cima del monte. Secondo le sue stime, in attesa di raggiungere finalmente la vetta più di 300 persone sono rimaste bloccate in condizioni meteo sfavorevoli.

Correlati:

I ghiacciai del Monte Bianco contengono resti di metalli pesanti dell’Antica Roma
Malattia sconosciuta in Nepal, più di 200 infetti, decine i morti
Senza gambe, senza bandiera, ma in cima: alpinista cinese conquista l'Everest
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik