Widgets Magazine
04:36 23 Luglio 2019
Vladimir Putin durante celebrazioni del Giorno della Vittoria (foto d'archivio)

Putin sottolinea l'importanza di preservare la verità sulla Seconda Guerra Mondiale

© Sputnik . Ramil Sitdikov
Mondo
URL abbreviato
5302

Il dovere dei politici, dei personaggi pubblici di primo piano e dei religiosi è conservare e tramandare alle generazioni future tutta la verità sulla Seconda Guerra Mondiale; il ricordo di questi eventi impedirà qualsiasi tentativo di ridare vita alla xenofobia, al nazionalismo e all'antisemitismo, ha affermato il presidente russo Vladimir Putin.

"Il prossimo anno celebreremo il 75° anniversario della Grande Vittoria: il nostro dovere coscienzioso, di politici, leader pubblici e religiosi, è conservare e tramandare alle generazioni future tutta la verità sulla guerra, sui successi del nostro popolo, sui nostri alleati, sulla sofferenza e la morte terribile di milioni di persone innocenti," - ha detto Putin alla cerimonia di apertura del monumento agli eroi della resistenza nei campi di concentramento e nei ghetti.

"In questa verità c'è la nostra difesa, la nostra immunità civile dalla ripetizione di questi eventi e da ogni tentativo di riaccendere il fuoco della xenofobia, del nazionalismo e dell'antisemitismo", ha aggiunto.

Il capo di Stato ha dichiarato di essere fiducioso che il memoriale degli eroi della resistenza nei campi di concentramento e nel ghetto sarebbe diventato un altro simbolo della memoria comune. Il monumento si trova nel territorio del Museo Ebraico e Centro per la tolleranza. La prima pietra della composizione è stata posta nella Giornata internazionale del ricordo della Shoah nel 2018 con la partecipazione di Putin e del premier israeliano Benjamin Netanyahu.

Tags:
URSS, Russia, Società, Memoria, Olocausto, Vladimir Putin, Seconda Guerra Mondiale, Storia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik