Widgets Magazine
10:25 17 Settembre 2019

Trovati i resti di antica malattia infettiva in Turchia

© Fotolia / Giovanni Cancemi
Mondo
URL abbreviato
153
Seguici su

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Cambridge ha trovato i resti di un’antica forma di parassitosi nella località di Çatalhöyük, in Anatolia. La malattia si è estinta intorno al 5600 a.C.

I risultati della ricerca sono stati pubblicato su Phys.org. Gli esperti hanno studiato al microscopio dei campioni di coprolite (feci fossilizzate) trovate durante gli scavi e datate 7100-6150 a.C. L’analisi chimica del contenuto di acidi biliari e di composti organici (come ad esempio gli steroli) ha dimostrato che le coproliti hanno origine umana.

I risultati della ricerca dimostrano che due coproliti contengono uova di trichuris trichiura, parassiti di forma circolare che attaccano l’intestino dell’uomo nutrendosi di sangue. Questi parassiti si insinuano nella profondità dell’intestino stimolando l’infiammazione e l’intossicazione da prodotti comuni. I parassiti possono essere trasmessi tramite acqua o cibo inquinato dalle feci, provocano anemia, diarrea, interruzione della crescita e dello sviluppo intellettivo nei bambini.

Guardare per credere: il canale YOUTUBE di Sputnik Italia

Correlati:

Malattia sconosciuta in Nepal, più di 200 infetti, decine i morti
Scienziati scoprono malattia dei muscoli precoce sconosciuta
Malattie e vacanze: 7 italiani su 10 temono insetti Paesi esotici
Tags:
Malattie, Archeologia, Salute
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik