03:04 22 Novembre 2019
Le bandiere dell'UE e degli USA

USA fanno ultimatum all’UE su politica di difesa

© AFP 2019 / Thierry Charlier
Mondo
URL abbreviato
4114
Seguici su

Gli Stati Uniti hanno dato un ultimatum ai paesi europei chiedendo cambiamenti nell'attuale politica di difesa dell'UE. Questo è stato scritto dalla testata spagnola El Pais domenica 2 giugno.

Gli USA chiedono che i produttori di armamenti statunitensi possano partecipare a progetti europei. Tuttavia, secondo il giornale, Bruxelles si oppone a questo a causa della paura di rimanere intrappolati nei regolamenti delle esportazioni americane.

I documenti analizzati dal giornale indicano che i rappresentanti dell'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump si sono incontrati con la delegazione del Comitato politico e di sicurezza europeo.

Secondo Washington, gli standard di difesa europei in termini di proprietà intellettuale, trasferimento di tecnologia e controllo delle esportazioni sono troppo limitati, il che potrebbe interferire con lo sviluppo di nuove armi.

I negoziati sono terminati in un ultimatum da parte degli Stati Uniti: o l'Unione europea modifica le sue norme troppo restrittive, o nel caso di un conflitto militare, le industrie degli armamenti dei paesi lavoreranno separatamente l'una dall'altra.

Il 15 maggio, si è anche saputo che gli Stati Uniti hanno minacciato l'UE di conseguenze economiche e politiche se avesse iniziato a sviluppare propri progetti di difesa che potrebbero minacciare la sicurezza della NATO.

Secondo gli Stati Uniti, alcuni piani di difesa dell'UE minacciano i risultati decennali di integrazione e sviluppo congiunto all'interno della NATO, che potrebbe portare a rivalità tra l'UE e l'Alleanza del Nord Atlantico.

Correlati:

Usa-Ue: delegazioni discutono necessità di riesaminare le vulnerabilità di sicurezza nelle reti 5G
USA consigliano a UE di comprare gas da “fonti democratiche”
Rapporti tra USA e UE sull'orlo di uno scandalo diplomatico
Tags:
UE, UE, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik