Widgets Magazine
22:46 19 Settembre 2019
Zecca

Il morso delle zecche può accrescere le difese immunitarie

CC BY 2.0 / Mick Talbot / British Spiders, Phytoseiulus persimilis
Mondo
URL abbreviato
0 63
Seguici su

Natalia Tolokonskaya, illustre dottoressa russa e consorte dell'ex governatore della regione di Krasnoyarsk, ha sostenuto che i morsi delle zecche possono essere utili ed ha inoltre consigliato di curare le infezioni trasmesse dalle zecche con rimedi omeopatici.

"Come dimostrato dai sondaggi, la maggior parte di voi ha terribilmente paura dell'encefalite trasmessa dalle zecche. Le persone ragionevoli sanno che in Siberia, focolaio dell'encefalite trasmessa dalle zecche, la resistenza di una persona allo sviluppo della malattia è molto alta nei casi di infezione dal virus. Attraverso i morsi di zecca, spesso impercettibilmente, viene fornita un'immunizzazione ampia, indolore e naturale a tutte le infezioni trasmesse dalle zecche", ha scritto la Tolokonskaya su VKontakte.

Secondo lei, l'immunoglobulina utilizzata per la profilassi d'emergenza della malattia è "obsoleta". Invece si potrebbero usare "medicine uniche e innocue che rafforzeranno l'immunità e proteggeranno dagli effetti avversi".

"Anche se recuperate dalla consueta forma febbrile di encefalite trasmessa dalle zecche, otterrete una nuova porzione di terapia magica in tempo, le risorse per la salute e l'organismo aumenteranno ad un livello senza precedenti!" ha scritto la dottoressa, citando come esempio il "modello di prevenzione universale" composto da rimedi omeopatici.

Tags:
Società, Insetti, Medicina, Salute, Scienza e Tecnica
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik