21:19 03 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 70
Seguici su

Mentre l'industria del turismo dei Caraibi messicani sta affondando in un mare di alghe, una piccola impresa ha elaborato una soluzione brillante: la produzione di calzature e vestiti a base di sargasso (un tipo di alghe - ndr) e plastica.

Il settore turistico messicano soffre della diffusione di alghe sulle spiagge della costa caraibica. La fondazione Renovare propone una soluzione utile di questo problema.

"L'idea nasce da una necessità: come trarre beneficio dagli sprechi? (...) Così cinque anni fa c'è stato il sogno di creare calzature ecologiche. Ci siamo arrivati con test ed errori", ha dichiarato a Sputnik Mundo Jorge Emmanuel Castro, fondatore dell'impresa.

All'inizio sono stati sperimentati diversi materiali, come la corteccia d'albero, la carta dei giornali ed il polipropilene.

"Nulla ci ha dato un prodotto commerciabile, inoltre essenzialmente si trattava di elementi derivati ​​dal petrolio", ha affermato l'imprenditore.

Dopo 6 anni a margine di innumerevoli sforzi, sono state progettate calzature a base di bottiglie di plastica.

"Circa 10 mesi fa a cena, qualcuno ha iniziato a parlare del problema del sargasso nel Quintana Roo. Non ne avevo l'idea, ma ho un motto: quando gli altri vedono spazzatura, noi vediamo un'opportunità", ha detto Castro.

La diffusione di queste alghe nella costa caraibica del Messico è un fenomeno dovuto all'aumento della temperatura delle acque marine a seguito del riscaldamento globale e dell'inquinamento del mare.

Il processo produttivo, che oltre alle calzature, consente la produzione di vestiti, implica la macinatura del sargasso secco in modo da aderire alle fibre del tessuto. Inoltre, dal momento che alcune di queste alghe marine sono contaminate da tracce di metalli pesanti, si è dovuto collaborare con ricercatori e biologi per far fronte a questo ostacolo.

LEGGI ANCHE: Allarme Greenpeace, specie muoiono a causa della plastica in mare

"Oggi ci troviamo di fronte ad un prodotto naturale che non contiene alcun elemento che possa danneggiare la pelle umana: nel lungo periodo l'idea è di sviluppare un'intera collezione di scarpe e vestiti", ha spiegato Castro.

La fondazione Renovare non è un semplice marchio di abbigliamento. Facendo un acquisto, ogni compratore contribuisce alla cura del pianeta ed aiuta i bambini malati di cancro.

Inoltre, grazie alla collaborazione con la società Plastic Oceans, parte delle entrate è destinata alla pulizia degli oceani.

GUARDARE PER CREDERE: il canale YOUTUBE di Sputnik Italia

Tags:
Società, abbigliamento, Mare Caraibico, Caraibi, plastica, Ambiente, Messico
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook