Widgets Magazine
00:25 21 Ottobre 2019
Terremoto

Scoperta provenienza di misterioso rumore a frequenza ultra bassa registrato in tutta la Terra

© Depositphotos / Destinacigdem
Mondo
URL abbreviato
0 110
Seguici su

Degli scienziati hanno scoperto uno dei più grandi vulcani sottomarini, identificando la fonte della misteriosa attività sismica che è stata registrata nel novembre 2018 tra il Madagascar e la costa orientale dell'Africa. La sua altezza al di sopra del fondale marino è 800 metri. Questo è stato riportato in un comunicato stampa su Live Science.

Il rumore, che si ripeteva alla stessa frequenza ultra bassa, è stato registrato dai sismografi di tutto il mondo. Solitamente le onde sismiche vengono registrate a diverse frequenze. Inoltre, gli scienziati non hanno trovato segni di attività caratteristiche dei terremoti. Allo stesso tempo, l'isola di Mayotte si è spostata di alcuni centimetri verso sud-est.

I ricercatori hanno spiegato il rumore con la nascita di un nuovo vulcano sottomarino, situato a 50 chilometri dalla costa orientale dell'isola. Questa versione è stata sostenuta anche dal fatto che dalla metà dello scorso anno, la gente del posto ha sperimentato quasi ogni giorno deboli scosse, il cui numero ha raggiunto le 1.800 in tutto. Nel maggio 2018 si è verificato un terremoto di magnitudo 5.8, che è diventato uno dei più grandi nella regione.

I geologi hanno analizzato i dati sismici situati a una profondità vicino alla fonte dell'attività sismica. Si è scoperto che in profondità, sotto il fondale, c'è una grande camera magmatica, che contiene circa cinque chilometri cubi di magma. Il rumore dunque è associato al rilascio di magma dalla camera, con conseguente abbassamento della crosta terrestre. È noto che nell'ultimo anno la Mayotte è scesa di 13 centimetri.

Correlati:

Terremoto di magnitudo 6,7 in Nuova Caledonia nell’Oceano Pacifico
Terremoto politico in Austria, le reazioni della stampa nazionale e internazionale
Terremoto in Appenino
Tags:
terremoto, Terremoto, terremoto
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik