21:47 31 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
116
Seguici su

Oltre ai carri armati e ai vari mezzi blindati alle truppe di terra serve anche un mezzo relativamente leggero per uso interno. In passato questo ruolo è stato svolto dai veicoli blindati, dai mezzi di ricognizione blindati o dai fuoristrada leggeri a uso militari (come le jeep).

Non sorprende che ciascuno di questi mezzi abbia, però, i suoi pro e i suoi contro.

L’M2 Bradley è un mezzo di combattimento della fanteria USA che inizialmente fu creato come veicolo sostitutivo e meglio armato del veicolo blindato M113. Durante l’esecuzione del progetto furono attuati così tanti cambiamenti a livello tecnico (al fine di adattare il veicolo alle richieste di tutte le tipologie di truppe interessate) che il modello finale di fatto non ha nulla a che vedere con il progetto iniziale. Ad oggi il Bradley è il veicolo da combattimento più versatile: è in grado di trasportare un’ampia gamma di armamenti, inclusi alcuni modelli di missili anticarro.

Questi mezzi proteggono relativamente con successo l’equipaggio, sono in grado di trasportare armamenti molto vari tra loro e di trainare qualsiasi carico. Tuttavia, sono lenti e troppo grandi per operare all’interno di un plotone. I BRDM corrispondono bene al concetto descritto, ma furono creati per obiettivi specifici, sono costosi e comunque non sufficientemente rapidi. Dal canto loro, i fuoristrada leggeri ispirati a quelli civili sono sì molto manovrabili, ma troppo poco protetti per sopravvivere in un combattimento. Infatti, le truppe li evacuano sempre molto velocemente.

© AP Photo / Ahn Young-joon
I mezzi di combattimento M2 "Bradley"

HMMWW come sistema di difesa contraerea mobile

Creato all’inizio degli anni ’70 il progetto HMMWW (High Mobility Multipurpose Wheeled Vehicle, veicolo mobile multifunzione su ruote) divenne per la fanteria dei Paesi della NATO un elemento imprescindibile per ben 30 anni. HMMWW era sicuro, aveva un’ottima tenuta di strada. Inoltre, la sua capacità di essere equipaggiato fino al massimo e la sua predisposizione ad ammodernamenti futuri permisero di creare su questa base strumenti in grado di portare a termine praticamente qualsiasi missione. L’Hammer a quattro posti, così lo chiamavano in fabbrica, pesava 2,6 tonnellate, aveva un’autonomia di marcia di circa 400 km ed era in grado di trasportare fino a 2 tonnellate di carico utile. Tale carico poteva essere costituito sia da soldati in uniforme e con la loro attrezzatura sia da armamenti vari. Esiste anche un modello totalmente automatizzato per la ricognizione in zone molto pericolose.

© REUTERS / Erik De Castro
L'elicottero CH-47 Chinook

Non sorprende che il mezzo a sostituzione dell’HMMWW sia stato creato sull’esperienza accumulata negli anni di impiego di quest’ultimo ed è per molti aspetti simile ad esso, seppur con caratteristiche tecniche molto migliori. L’AGMV (Army Ground Mobility Vehicle, veicolo mobile di terra dell’esercito) pesa solo 2 tonnellate e riesce a trasportarne altrettante. Il mezzo è in grado di trasportare 9 soldati completamente armati e può essere impiegato come base per la creazione di modelli successivi maggiormente sicuri ed equipaggiati.

Gli AGMV hanno conservato i vantaggi fondamentali dell’Hammer. Oltre alle caratteristiche legate al mero trasporto, il nuovo mezzo deve aver la possibilità di essere calato da un velivolo con un paracadute, nonché di essere compatto a sufficienza perché un elicottero CH-47 Chinook lo accolga a bordo senza problemi e un Sikorsky UH-60 Black Hawk possa mantenerlo in sospensione esterna.

Una delle prime volte in cui l’AGMV viene impiegato in condizioni paragonabili a quelle di un conflitto è proprio ora: tra il 10 maggio e il 7 giugno 2019 durante gli addestramenti della NATOImmediate response 19 in Croazia, Slovenia a Ungheria. A breve i mezzi saranno testati da diverse divisioni del Primo battaglione del 503° Reggimento di fanteria della 173a Brigata delle Truppe aviotrasportate statunitensi.

GUARDARE PER CREDERE: il canale YOUTUBE di Sputnik Italia

Si prevede che in base all’esito di questi addestramenti si deciderà se includere anche in futuro gli AGMV negli armamenti. Un mezzo analogo esiste anche in Russia: si tratta del fuoristrada buggy Chaborz M-3 che viene prodotto in Cecenia. Durante la fase di ideazione grande attenzione è stata posta non tanto alla capacità di carico e alla capienza, quanto alla mobilità.

Tags:
mezzi militari, Veicoli blindati, Truppe aviotrasportate, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook