22:03 29 Maggio 2020
Mondo
URL abbreviato
11324
Seguici su

Lo Stato islamico ha accumulato fino a 5mila propri militanti al confine tra Afghanistan ed ex Repubbliche sovietiche in Asia Centrale. La ha riportato il direttore dell'Fsb della Federazione Russa aggiungendo che molti tra questi militanti combattevano in Siria.

Lo Stato islamico ha accumulato fino a 5mila propri militanti al confine tra Afghanistan ed ex Repubbliche sovietiche in Asia Centrale, riporta il direttore dell'Fsb della Federazione Russa Alexander Bortnikov. Ha anche specificato che molti tra questi militanti combattevano in Siria.

"Particolarmente preoccupante è il rischieramento di gruppi terroristici nelle province settentrionali dell'Afghanistan", ha detto Bortnikov.

Le cellule terroristiche stanno infiltrando negli Stati post-sovietici, spacciandosi per profughi, dove stringono legami con la criminalità organizzata locale.

Nonostante i terroristi abbiano subito delle sconfitte clamorose in Siria e Iraq, anche oggi rappresentano una minaccia.

"Attualmente stanno cercando di raggrupparsi in aree che il governo siriano non controlla o nascondersi nei campi profughi", ha aggiunto il direttore dell'Fsb.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook