00:30 22 Novembre 2019
Nicolas Maduro

Maduro propone elezioni anticipate

© AFP 2019 / Juan Barreto
Mondo
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (430)
2263
Seguici su

L'opposizione venezuelana con a capo Juan Guaidò, che si è dichiarato illegalmente presidente a interim, ha ricevuto la maggioranza nell'Assemblea Nazionale durante le elezioni del 2015. Le prossime elezioni parlamentari sono previste per la fine del 2020.

Oggi il legittimo presidente del Venezuela Nicolas Maduro ha proposto di tenersi elezioni anticipate per l'Assemblea Nazionale.

"Terremo le elezioni, andremo alle elezioni anticipate per l'Assemblea Nazionale", cita le sue parole Reuters.

In precedenza, il ministro degli Esteri del Venezuela Jorge Arreaza ha osservato che Washington aveva subito una sconfitta nelle sue azioni contro Caracas.


La crisi nelle relazioni tra Venezuela e Stati Uniti si è aggravata dopo il 23 gennaio, il leader dell'opposizione Juan Guaido, la cui nomina a speaker del parlamento è stata annullata dalla Corte Suprema, si è proclamato presidente a interim del Venezuela.

Gli Stati Uniti lo hanno riconosciuto come capo di stato provvisorio e i paesi del gruppo di Lima (ad eccezione del Messico), l'Organizzazione degli Stati americani e la maggior parte dei paesi dell'UE si sono uniti a loro.

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha descritto l'incidente come un tentativo di colpo di stato e ha annunciato la rottura delle relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti.

Russia, Bielorussia, Bolivia, Iran, Cina, Cuba, Nicaragua, El Salvador, Siria e Turchia hanno espresso il loro sostegno al presidente Maduro.

Tema:
La crisi politica in Venezuela (430)
Tags:
Situazione in Venezuela, Venezuela
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik