22:51 16 Giugno 2019
Heinz Christian Strache

Terremoto politico in Austria, le reazioni della stampa nazionale e internazionale

© AP Photo / Ronald Zak
Mondo
URL abbreviato
116

Il video, pubblicato dallo Spiegel e dalla Sueddeutsche Zeitung, è stato girato ad Ibiza nell’estate del 2017 e mostra l’ex vicecancelliere Heinz Christian Strache su un divano che parla di favori reciproci, appalti, acquisto di giornali e presunti finanziamenti illeciti al suo partito con la nipote di un oligarca russo.

Ieri Strache ha annunciato le sue dimissioni da vicecancelliere, presidente del partito Fpö e ministro dello sport.

Oggi il settimanale tedesco Die Zeit afferma che "chiunque abbia dato il video ai giornalisti è riuscito a scatenare un terremoto politico in Austria ed aiutare le autorità dell'UE". E il punto non è solo il risultato dello scandalo delle dimissioni del vice-cancelliere, aggiunge la pubblicazione.

"La cosa principale è che il cancelliere austriaco Sebastian Kurtz ha annunciato la sua intenzione di chiedere al capo dello stato le elezioni anticipate e il presidente Alexander van der Bellen ha accettato. Ed e ha pure aggiunto un aspro rimprovero all’ex vicecancelliere Strache: ‘L'Austria non è così. Noi non siamo così!’", scrive lo Zeit.

Il New York Times si concentra sull’intenzione del cancelliere Kurtz di formare una nuova coalizione di governo, dalla quale sarà estromesso il Fpö. Per lo stesso Kurtz è vantaggioso sbarazzarsi dell’alleato per governare da solo.

Il Financial Times sottolinea che la presunta nipote dell'oligarca russo Alyona Makarova potrebbe essere semplicemente una esca di chi ha poi consegnato il video ai media.

Per il quotidiano austriaco Der Standard ormai la storia non ha più importanza, dal momento che Strache si è dimesso e nessuno gli restituirà la carica, indipendentemente da chi sia la donna del video.

Correlati:

Austria: si scioglie la coalizione di governo dopo lo scandalo con il vice cancelliere
Austria, il vicecancelliere si dimette dopo video-scandalo sui legami con la Russia
Tags:
Media, Scandalo, Austria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik