Widgets Magazine
16:13 22 Ottobre 2019

La Corea del Nord chiede giustizia da parte dell’ONU

© AP Photo / Kin Cheung
Mondo
URL abbreviato
4211
Seguici su

Secondo le autorità nordcoreane, sull’arena internazionale si violano apertamente principi fondamentali riconosciuti in tutto il mondo.

Le autorità della Repubblica Popolare Democratica di Corea hanno affermato che è necessario stabilire un nuovo ordine internazionale per garantire la vera giustizia sul piano internazionale. Sono queste le dichiarazioni pubblicate giovedì sera sul sito ufficiale del Ministero degli esteri nordcoreano.

“Bisogna stabilire un nuovo ordine internazionale basato sulla sovranità per ottenere una vera giustizia internazionale”, si legge nel comunicato. “È importante garantire la giustizia delle attività dell’ONU e delle altre organizzazioni internazionali per stabilire un nuovo ordine internazionale”.

Secondo Pyongyang “al momento attuale sull’arena internazionale i principi fondamentali globalmente riconosciuti che regolano le relazioni internazionali sono apertamente violati”.

Nel documento si legge che “le azioni degli imperialisti finalizzate all’aggressione e alla guerra sono giustificate e legittimate e diventano sempre più evidenti i loro tentativi di violare la sovranità degli altri stati a propria discrezione”.

Come esempio vengono riportate le recenti vicende in Siria e Venezuela, dove secondo Pyongyang “le azioni degli imperialisti hanno avuto lo scopo di destituire il presidente legittimamente eletto di uno stato sovrano”. “Questi interventi militari e intromissioni negli affari interni (degli altri paesi, ndr) sono intrapresi con la scusa di lottare contro il terrorismo per garantire la pace e la tutela dei diritti umani”, sottolinea il Ministero.

Dal suo punto di vista al momento attuale le Nazioni Unite rappresentano gli interessi di un numero limitato di paesi, cosa che Pyongyang ritiene una contraddizione allo statuto ONU.

“La verità è che le cosiddette disposizioni dell’ONU e delle altre organizzazioni internazionali sono emesse unicamente per giustificare e legittimare i soprusi di alcuni paesi”, si legge nel comunicato. “A nome dell’ONU sono apertamente commessi atti di ingiustizia mai visti per esercitare pressione tramite l’imposizione di sanzioni contro le vittime con la motivazione che queste vittime hanno agito contro dei criminali”.

“Come anche negli anni precedenti la Repubblica Popolare Democratica di Corea non scenderà a compromessi neanche minimamente per quanto riguarda gli interessi fondamentali della nostra nazione e del nostro popolo e intraprenderà misure decisive per ottenere la vera giustizia che porterà alla legittima realizzazione dell’indipendenza e al rispetto degli interessi di tutti i paesi e le nazioni”, dichiara infine il Ministero degli esteri nordcoreano.

Correlati:

Iran esporta petrolio in Cina in baffo alle sanzioni USA
Russia pronta a rispondere alle nuove sanzioni USA
Gasdotto Nord Stream-2, non serve “piano B” per il rischio di sanzioni USA
Tags:
Relazioni Internazionali, ONU, Corea del Nord
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik