Widgets Magazine
17:36 12 Novembre 2019

Forze speciali USA volevano comprare le pistole russe Vektor

© AP Photo / John Minchillo
Mondo
URL abbreviato
0 90
Seguici su

Il direttore generale dell’Istituto scientifico e di ricerca sulle macchine di precisione, Albert Bakov, ha rivelato che gli USA volevano comprare le pistore russe Vektor, ma non hanno concluso l’affare.

“Per quanto riguarda i nostri piani sul mercato statunitense, dobbiamo produrre sul loro territorio. Bisogna cercare un produttore americano di nicchia, comprarlo e cominciare a produrre armi a uso civile. Dobbiamo imparare a conquistare i mercati esteri. Questo è l’unico modo di farlo in quanto nessuno ci permetterà più di esportare in America”, dice in un’intervista a Sputnik.

Secondo Bakov le sanzioni “sono un male”, ma “si può sempre trovare un modo per penetrare i mercati”, come quello americano. “Non ho mai visto che ci aspettassero a braccia aperte. Con gli americani bisogna negoziare. La produzione ce l’abbiamo ma dobbiamo imparare a venderla e ad accedere agli altri mercati”.

“Le nostre armi sono degne di essere vendute e prodotte all’estero. Per esempio una volta abbiamo ricevuto un ordine per le pistole Vektor da parte delle forze speciali USA”, ha detto Bakov. Alla domanda sulle sorti di questo ordine, però, risponde che “non se n’è fatto più niente, purtroppo”.

Correlati:

Trovato metodo per vendere armi russe aggirando le sanzioni USA
Pentagono: sviluppo nuove armi nucleari necessarie per il contenimento della Russia
La Russia non vuole una nuova corsa alle armi con gli USA – ambasciatore a Washington
Tags:
Russia, USA, Armi
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik