Widgets Magazine
21:33 23 Settembre 2019
Varsavia

Polonia si rifiuta di pagare per l’olocausto

© Sputnik . Mikhail Voskresenskiy
Mondo
URL abbreviato
8202
Seguici su

La Polonia non restituirà il patrimonio delle vittime dell’olocausto. Lo ha dichiarato in televisione la portavoce del primo ministro polacco, riporta Wprost.

“La Polonia non darà niente a nessuno. È la posizione del governo e del primo ministro Mateusz Morawiecki ”, ha detto la portavoce.

Questa è la reazione del paese alla legge 447, firmata dal presidente USA Donald Trump. Una parte della legge, nota come JUST (Justice for Uncompensated Survivors Today, in italiano giustizia per i sopravvissuti senza compensazioni) è dedicata alla restituzione del patrimonio delle vittime dell’olocausto che non hanno lasciato eredi. Le autorità polacche ritengono che le organizzazioni ebree potrebbero trarne vantaggio.

Il 13 maggio le autorità polacche hanno annullato l'arrivo nel paese di una delegazione israeliana rifiutandosi di discutere la questione del rimborso del danno materiale compiuto ai tempi della Seconda Guerra mondiale. L’11 maggio a Varsavia si sono tenute proteste di massa degli attivisti contro la legge 447.

A febbraio Morawiecki aveva annullato il suo viaggio in Israele dopo che il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu aveva parlato della collaborazione tra polacchi e nazisti durante la Seconda Guerra mondiale.

Fino a luglio 2018, quando questa legge è stata annullata, in Polonia si rischiavano fino a tre anni di reclusione per aver accusato il paese di essere complice dell’olocausto. Tra le altre cose la legge vietava di usare l’espressione “campi di sterminio polacchi”.

Correlati:

Polonia stima a un trilione di dollari l’indennità di guerra della Germania
Atene pronta ad iniziare trattative con Germania per risarcimenti Seconda Guerra Mondiale
Amburgo: trovata bomba seconda guerra mondiale, 26.000 persone potrebbero essere fatte evacuare
Tags:
Israele, Seconda Guerra Mondiale, Polonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik